´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Cough - Ritual Abuse (Relapse)

Ultime recensioni

Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons
Baroness - StoneBaroness
Stone
Benefits - NailsBenefits
Nails
Sprain - The Lamb As EffigySprain
The Lamb As Effigy
Blut Aus Nord - Disharmonium - NahabBlut Aus Nord
Disharmonium - Nahab
Be Your Own Pet - MommyBe Your Own Pet
Mommy
Crawl - DamnedCrawl
Damned
The Armed - Perfect SaviorsThe Armed
Perfect Saviors
Home Front - Games of PowerHome Front
Games of Power
Mizmor - ProsaicMizmor
Prosaic
Spotlights - Alchemy For The DeadsSpotlights
Alchemy For The Deads
Mutoid Man - MutantsMutoid Man
Mutants
 AA.VV. - Superunknown Redux AA.VV.
Superunknown Redux
Somnuri - DesideriumSomnuri
Desiderium
Godflesh - PurgeGodflesh
Purge
Hasard - MalivoreHasard
Malivore
Khanate - To Be CruelKhanate
To Be Cruel
Divide And Dissolve - SystemicDivide And Dissolve
Systemic

Cough - Ritual Abuse
Titolo: Ritual Abuse
Etichetta: Relapse
Anno: 2010
Produzione: Sanford Parker
Genere: metal / doom / psych

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Il doom, si sa, e' un genere che non si presta a molti cambiamenti. Quante volte abbiamo sentito suoni triti e ritriti che hanno portato un'infinita' di gruppi a ripetere incessantemente lo stesso riff all'infinito senza risultare credibili. I Cough non sono rimasti intrappolati in questa palude.

Partiti con l'interessante "Sigillum Luciferi", si rifanno vivi a distanza di due anni grazie alla lungimiranza della Relapse con questo nuovo prodotto che possiede tutte le carte in regola per poter essere considerato una delle migliori uscite del cosiddetto genere "sludge" doom.

Oltre alla consueta pesantezza tipica di gruppi quali Burning Witch e Corrupted, il combo della Virginia ci butta dentro anche una malsana dose di psichedelia acida e corrosiva che inchioda l'ascoltatore alla sedia.

Dei cinque brani presenti, i primi tre fanno letteralmente raggelare il sangue. "Mind Collapse" mette da subito in chiaro cosa aspettarci; l'apporto di una devastante voce "black", alternata ad una pi├╣ "pulita", si va a collocare in un inesorabile e lento incedere. "A Year In Suffering" non sposta le coordinate e si muove nel bel mezzo di una fanghiglia claustrofobica che non lascia scampo. Il gruppo dimostra anche di avere punti di contatto con un'altra band di cui loro stessi si dicono grandi estimatori: gli Unearthly Trance. Successivamente "Crippled Wizard" presenta un finale pi├╣ "melodico" con le tastiere che si miscelano alle chitarre e ne "controllano" la furia. Ma il brano che stempera un po' i toni e' "Crooked Spine", una specie di trip psichedelico che non sarebbe sicuramente dispiaciuto ai Dead Meadow appena prima della deriva finale della title track con i suoi tredici minuti di follia. Catarsi pura.

I Cough rappresentano oggi quello che probabilmente non sono piu' in grado di essere gli Electric Wizard. Se non vi sentite piu' affascinati dai "maghi elettrici" sapete qual e' l'antidoto. La "Tosse" e' decisamente piu' contagiosa.

[Cristiano Roversi]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione Ú stata letta 3207 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Salome - TerminalSalome
Terminal
MSW - ObliviosusMSW
Obliviosus
Esoteric - Paragon Of DissonanceEsoteric
Paragon Of Dissonance
Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Cough - Ritual AbuseCough
Ritual Abuse
The DevilThe Devil's Blood
The Thousandfold Epicentre
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Yob - AtmaYob
Atma