´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Ritual Abuse - Cough (Relapse)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Cough - Ritual Abuse
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2010
Produzione: Sanford Parker
Genere: metal / doom / psych



Il doom, si sa, e' un genere che non si presta a molti cambiamenti. Quante volte abbiamo sentito suoni triti e ritriti che hanno portato un'infinita' di gruppi a ripetere incessantemente lo stesso riff all'infinito senza risultare credibili. I Cough non sono rimasti intrappolati in questa palude.

Partiti con l'interessante "Sigillum Luciferi", si rifanno vivi a distanza di due anni grazie alla lungimiranza della Relapse con questo nuovo prodotto che possiede tutte le carte in regola per poter essere considerato una delle migliori uscite del cosiddetto genere "sludge" doom.

Oltre alla consueta pesantezza tipica di gruppi quali Burning Witch e Corrupted, il combo della Virginia ci butta dentro anche una malsana dose di psichedelia acida e corrosiva che inchioda l'ascoltatore alla sedia.

Dei cinque brani presenti, i primi tre fanno letteralmente raggelare il sangue. "Mind Collapse" mette da subito in chiaro cosa aspettarci; l'apporto di una devastante voce "black", alternata ad una pi├╣ "pulita", si va a collocare in un inesorabile e lento incedere. "A Year In Suffering" non sposta le coordinate e si muove nel bel mezzo di una fanghiglia claustrofobica che non lascia scampo. Il gruppo dimostra anche di avere punti di contatto con un'altra band di cui loro stessi si dicono grandi estimatori: gli Unearthly Trance. Successivamente "Crippled Wizard" presenta un finale pi├╣ "melodico" con le tastiere che si miscelano alle chitarre e ne "controllano" la furia. Ma il brano che stempera un po' i toni e' "Crooked Spine", una specie di trip psichedelico che non sarebbe sicuramente dispiaciuto ai Dead Meadow appena prima della deriva finale della title track con i suoi tredici minuti di follia. Catarsi pura.

I Cough rappresentano oggi quello che probabilmente non sono piu' in grado di essere gli Electric Wizard. Se non vi sentite piu' affascinati dai "maghi elettrici" sapete qual e' l'antidoto. La "Tosse" e' decisamente piu' contagiosa.

[Cristiano Roversi]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione Ú stata letta 2914 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Ramesses - Take The CurseRamesses
Take The Curse
Yob - AtmaYob
Atma
Cough - Ritual AbuseCough
Ritual Abuse
Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Esoteric - Paragon Of DissonanceEsoteric
Paragon Of Dissonance
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Jex Thoth - Jex ThothJex Thoth
Jex Thoth
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Obrero - Mortui Vivos DocentObrero
Mortui Vivos Docent