Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Cretin - Freakery (Relapse)

Ultime recensioni

Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising

Cretin - Freakery
Titolo: Freakery
Etichetta: Relapse
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / grindcore / brutal

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:


MP3: Walking A Midget


Immaginatevi tre psicopatici che vi assalgono alle spalle: uno di loro vi pianta un martello pneumatico nella schiena, un altro vi urla cose atroci nelle orecchie, infine, il terzo, vi spaccherà delle bottiglie di vetro sulla faccia. Questo è "Freakery", splendido esordio dei Cretin, band attiva già dai primi anni 90 e mai arrivata al traguardo del disco vero e proprio.

La lunga carriera si sente tutta. In primis per la grande conoscenza della materia, che consente alla band di costruire brani perfetti e dotati di personalità (e infatti viaggiono su una durata di circa 2 minuti, anzichè i canonici 10 secondi), ma soprattutto l'attitudine devastante della band capace di far ruggire gli strumenti come poche band al giorno d'oggi.

Merito senza dubbio di una registrazione senza artifizi. La batteria, per esempio, non usa trigger. Piccoli particolari che sommati assieme formano la forte personalità dei Cretin.

Un disco formalmente perfetto, che non andrebbe fatto scappare per niente al mondo. Soprattutto se amate il grind/death vecchia scuola (Napalm Death, Carcass) e trovate le band nuove più intente a shockare con titoli e copertine blasfeme più che con la musica vera e propria.

I Cretin suonano. Ed è il caso di aprirgli....

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.


Questa recensione é stata letta 3485 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Yautja - The LurchYautja
The Lurch
Napalm Death - Smear CampaignNapalm Death
Smear Campaign
Nasum - DoombringerNasum
Doombringer
Pig Destroyer - Phantom LimbPig Destroyer
Phantom Limb
Wormrot - HissWormrot
Hiss
Lethargy - Discography 93-99Lethargy
Discography 93-99
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Pig Destroyer - TerrifierPig Destroyer
Terrifier
Agoraphobic Nosebleed - AgorapocalypseAgoraphobic Nosebleed
Agorapocalypse
Duma - DumaDuma
Duma