Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Diamond Eyes - Deftones (Warner)


Deftones - Diamond Eyes
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2010
Produzione: Rick Raskulinecz
Genere: metal / nu-metal / rock
Scheda autore: Deftones



Su "Diamond Eyes" allegia la cupa e invadente ombra dell'incidente automobilistico che ha coinvolto Chi Cheng nel novembre del 2008, piombato in coma e attualmente in riabilitazione. Su "Diamond Eyes" aleggia pero' anche il coraggio e un'aura di solidarieta' del resto della band, che ha preferito accantonare il materiale registrato con Chi (e che avrebbe avuto "Eros" come titolo) e scriverne di nuovo, arruolando Sergio Vega, ex bassista degli storici Quicksand. Quindi, esprimere una lucida opinione sulla piega che la carriera dei Deftones ha preso da "Saturday Night Wrist" ad oggi e' un po' difficile.

"Diamond Eyes" si rivela un album senza azzardi e che viaggia su standard normali, senza eccezionali cadute di stile e, di contro, senza quei rilevanti sussulti che ti costringono a tornare sul luogo del delitto. In alcuni momenti la formazione di Sacramento rispolvera qualche granello dell'irruenza passata e lo fa nei primi due brani in scaletta, "Royal" e la title-track d'apertura (la quale si concede una distensione melodica che non avrebbe stonato nel precedente full-length dei nostri), ma anche in "Rocket Skates" Stephen Carpenter fa ruggire la sua sette corde. Quando attacca "Prince" in non pochi, noi compresi, avranno ripensato a "Rx Queen" del masterpiece "White Pony", a cui collegheremmo senza troppe paranoie tutta la strofa di "CMND/CTRL" e parte delle atmosfere di "This Death Is Place". Leggermente fuori dagli standard di Chino Moreno e soci l'andatura oscillante di "You've Seen The Butcher", in cui rintracciamo una certa influenza stoner. Il resto, a parte il refrain di "976-Evil", che non e' da urlo ma non sfigura con quanto di buono sentito in questo album, il resto, dicevamo, non infiamma l'aria come sarebbe invece a noi gradito: "Beauty School" e "Sextape" fanno la figura dei riempitivi senza picchi, senza infamia e senza gloria.

Se da un lato "Diamond Eyes" offre una continuita' stilistica al cammino dei Deftones, dall'altro lato la scrittura, seppur di livello superiore all'ultimo "Saturday Night Wrist", non ha quello smalto brillante tipico del gruppo, quella patina di altissima qualita' che manca ormai da un pezzo nella loro produzione. Ma e' anche vero che questo e' il surrogato di cio' che avremmo dovuto ascoltare, il vero banco di prova si attende quindi per i Deftones nuovamente al completo.

[Marco Giarratana]

Canzoni significative: Diamond Eyes; Royal; Rocket Skates; CMND/CTRL.

Questa recensione Ú stata letta 2307 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Deftones - AdrenalineDeftones
Adrenaline
Deftones - Around The FurDeftones
Around The Fur
Deftones - B-side And RaritiesDeftones
B-side And Rarities
Deftones - Back To SchoolDeftones
Back To School
Deftones - DeftonesDeftones
Deftones
Deftones - Saturday Night WristDeftones
Saturday Night Wrist
Deftones - White PonyDeftones
White Pony

Live Reports

06/04/2001MilanoPalavobis

NEWS


28/10/2010 Il Video di "You've Seen The Butcher"
04/09/2010 Il Video di Sextape
15/11/2006 In Italia
01/09/2006 Copertina Di "Saturday Night Wrist"
16/08/2006 Tracklist di "Saturday Night Wrist"
12/08/2005 RaritÓ ad Ottobre
05/04/2005 Nuovi Arrivi!
11/01/2005 Dettagli sul Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Boyhitscar - The PassageBoyhitscar
The Passage
S.N.P. - ScarfaceS.N.P.
Scarface
System Of A Down - ToxicitySystem Of A Down
Toxicity
Puya - FundamentalPuya
Fundamental
Guilty Method - TouchGuilty Method
Touch
Egg - EggEgg
Egg
Flaw - Through The EyesFlaw
Through The Eyes
Boyhitscar - BoyhitscarBoyhitscar
Boyhitscar
 Unsifted
Unsifted
Korn - Life Is PeachyKorn
Life Is Peachy