Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Seven Easy Pieces - Detroit Cobras (Rough Trade)

Ultime recensioni

Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough
Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio

Detroit Cobras - Seven Easy Pieces
Voto:
Etichetta: Rough Trade
Anno: 2003
Produzione:
Genere: punk / garage / rock
Scheda autore: Detroit Cobras



La nuova ondata di rock'n'roll inizialmente mi ha lasciato parecchio scettico. Ok gli Strokes, ok i White Stripes, ma alla fine preferivo andarmi ad ascoltare i dischi di Stooges, Velvet Underground e Who piuttosto che provare a smuovermi negli inutili The Vines e Datsun. Nel corso di tutto questo tempo sono uscite formazioni di assoluto valore come Libertines, Yeah Yeah Yeahs, Soledad Brothers, Von Bondies, ComeOns, Interpol e ora questi Detroit Cobras. Che tanto nuovi non sono, dato che hanno all'attivo ben due dischi e miliardi di partecipazioni a compilation. Chi sono questi Detroit Cobras? Semplicemente una cover band di classici blues, garage, nuggets e rock'n'roll. Un idea parecchio carina. Invece di riciclare riff, assoli e melodie semplicemente le risuonano. Quindi se sentirete un pezzo che vi ricorda Willie Dixon è perchè semplicemente è una cover dei Detroit Cobras. Ogni nota suonata da loro è vissuta, sporca e selvaggia. Se la vostra sete di r'n'r non si è ancora esaurita potete spendere pochi euri per comprarvi questo EP.

[Dale P.]

Canzoni significative: Ya Ya Ya, Heartbeat

Questa recensione é stata letta 2888 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Little Killers - Little KillersLittle Killers
Little Killers
Brain Donor - Love Peace & FuckBrain Donor
Love Peace & Fuck
Bad Dog Boogie - /Electric Frankenstein - Doktor FrankendragsterBad Dog Boogie
/Electric Frankenstein - Doktor Frankendragster
Motorama - No Bass FidelityMotorama
No Bass Fidelity
Not Moving - Live In The 80Not Moving
Live In The 80's
Cut - Will U Die 4 Me?Cut
Will U Die 4 Me?
Amyl And The Sniffers - Amyl And The SniffersAmyl And The Sniffers
Amyl And The Sniffers
Bellrays, The - Meet The BellraysBellrays, The
Meet The Bellrays
Cut - Torture EPCut
Torture EP
Thee STP - Sin Temptation & PainThee STP
Sin Temptation & Pain