Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Elementary - End, The (Relapse)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onsgen Ensemble - FearOnsgen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

End, The - Elementary
Voto:
Etichetta: Relapse
Anno: 2007
Produzione:
Genere: metal / progressive / post-hardcore
Scheda autore: End, The

MP3: Animal


C' stata una fase in cui il metal era risorto dalle ceneri del grunge e dell'hardcore e aveva mostrato al mondo intero che NON era una musica per bambini deficienti; gente che, ad un certo punto, aveva trovato l'alchimia giusta per rinnovare un genere troppo a lungo si era trovato impettito ed accartocciato su se stesso, riciclando sempre le solite menate. Il dado era stato tratto pi o meno cinque o sei anni fa, ma si sa certi cicli sono destinati a ripetersi e un disco come quello dei The End ti fa comprendere in pieno il perch.

Non che sia suonato e scritto male, anzi. Ci sono canzoni formalmente perfette e sulle quali si sente che stato speso molto tempo, aborti generati da cadaveri del Nu e del Metalcore pi di facciata, a dire il vero un po' pacchiani ('The Never Aftermath', ...ma un po' il mood dell'intero disco), e da buone intuizioni post-hc ('Animal'), frullate in una produzione impeccabile, che ha lavorato tanto di cesello quanto di psicologia spiccia per capire cosa dare in pasto all'ascoltatore avvezzo a questo tipo di cose; c' anche il momento rumorista ('A Fell Wind') e il flirt con i Tool ('In Distress'), ma non che la situazione cambi pi di tanto. come sentire un improbabile esperimento degli esordi che giocano a fare i Meshuggah della situazione, con malcelata attitudine hardcore. Da queste parti, che siamo tanto diffidenti, non va proprio gi che Relapse si permetta simili cadute di stile. Soprattutto quando colpa di una band che aveva fatto parlare bene di se in passato. Ora avete capito il perch?

[Mirko Quaglio]

Canzoni significative: Animal.


Questa recensione stata letta 3763 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

End, The - Transfer Trachea Reverberations From PointEnd, The
Transfer Trachea Reverberations From Point
End, The - Within DividiaEnd, The
Within Dividia

NEWS


02/11/2006 Nuovo Album A Febbraio

tAXI dRIVER consiglia

Meshuggah - Rare TraxMeshuggah
Rare Trax
Sadist - SadistSadist
Sadist
Hull - Beyond The Lightless SkyHull
Beyond The Lightless Sky
Apiary - Lost In FocusApiary
Lost In Focus
Meshuggah - ChaosphereMeshuggah
Chaosphere
Behold...The Arctopus - Nano-Nucleonic Cyborg SummoningBehold...The Arctopus
Nano-Nucleonic Cyborg Summoning
Intronaut - VoidIntronaut
Void
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Ephel Duath - Pain Necessary To KnowEphel Duath
Pain Necessary To Know
Meshuggah - ObzenMeshuggah
Obzen