Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

General Patton Vs The X-Ecutioners - General Patton Vs The X-Ecutioners (Ipecac)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

General Patton Vs The X-Ecutioners - General Patton Vs The X-Ecutioners
Voto:
Etichetta: Ipecac
Anno: 2005
Produzione:
Genere: rock / alternative / pop
Scheda autore: General Patton Vs The X-Ecutioners

MP3: sample


Mike Patton, lo sappiamo tutti, è in grado, solo con il suo nome, di portare metallari duri e puri ad ascoltare punk, indie rocker a fare headbanging su dischi folli, jazzisti a studiare ogni nota uscita dalla sua voce.

Questa collaborazione era già stata annunciata nel periodo di nascita della Ipecac ed è sempre stato il progetto meno interessante e chiacchierato per tutti i fan (che, per esempio sbavano da anni per Peeping Tom, il progetto pop, e il disco di cover di Mina e Celentano con i Brutopop).

Passerà quindi prevalentemente sotto silenzio questo disco, un po' come la collaborazione con Kaada di qualche mese fa, ed è un po' un peccato. L'amore per il funk, il buon Michele, non l'ha mai nascosto sin dalla sua adolescenza musicale con i Faith No More e questo disco fatto di scratch, campionamenti e canzoni è forse la cosa più bella e originale che abbia mai fatto.

Si può riassumere brevemente il disco dicendo che sembrano i Fantomas remixati da dei dj notevolmente più pazzi di Patton. Si può anche dire che il tutto suona come un frullatore impazzito in cui si suona il jazz, il country, l'hip-hop, il rock e il pop cucendo tutto con scratch e suoni proveniente da ogni dove.

L'impressione che si ha ascoltando i brani singolarmente è di estrema confusione e mancanza di un filo logico. Ascoltando il disco tutto di fila ci si accorge di avere di fronte un'opera monumentale che vi prenderà e vi lascerà con la mascella spalancata per una settimana almeno dopo il primo ascolto.

Il bello di questo disco è che lo potete vedere sotto milioni di punti di vista: un gigantesco disco di scratch, un delirio sonoro che assomiglia spesso ad una radio impazzita o la versione moderna dei Naked City.

A questo punto avete un sacco di spunti per capire se questo disco potrà piacervi o meno... a voi la scelta...

[Dale P.]

Canzoni significative: Get Up Punk, Fire In The Hole, Dragon Seek Path.

Questa recensione é stata letta 4446 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard
Black Midi - SchlagenheimBlack Midi
Schlagenheim
Mark Lanegan - BubblegumMark Lanegan
Bubblegum
Waax - Big GriefWaax
Big Grief
 Deadburger
S.t.0.r.1.e.
Dredg - Catch Without ArmsDredg
Catch Without Arms
Raconteurs, The - Broken Boy SoldierRaconteurs, The
Broken Boy Soldier
White Stripes - White Blood CellsWhite Stripes
White Blood Cells
Strokes, The - Room On FireStrokes, The
Room On Fire
Libertines, The - The LibertinesLibertines, The
The Libertines