Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

My Morning Jacket - Waterfall II (ATO)

Ultime recensioni

Shooting Daggers - Love & RageShooting Daggers
Love & Rage
Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing

My Morning Jacket - Waterfall II
Titolo: Waterfall II
Anno: 2020
Produzione: Tucker Martine
Genere: rock / alternative / pop

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Waterfall II





Dopo aver pubblicato alcuni lavori a suo nome, Jim James ha rispolverato i My Morning Jacket con la seconda parte dell'ultimo disco della band risalente ormai al 2015. La storia è questa: è pronto un album nuovo, scritto nel 2019, ma non si può andare in tour e allora meglio aspettare. James mette mano alle sessioni di "Waterfall" ed esce fuori "Waterfall II". Un disco di b-sides quindi? Tecnicamente sì, ma sarebbe riduttivo bollarlo così, anzi per i "My Morning Jacket" si tratta del lavoro più ispirato da un po' di tempo a questa parte.

La recente vena pop psichedelica è rimasta e sono poche, ma bellissime le code elettriche ("Wasted"). Il songwriting è a fuoco, con un riuscito mix di ballate al piano e voce, vedi "Spinning My Wheels" o "Feel You" che sembrano uscite dalla penna del compianto Shawn Smith, di dolci brani psichedelici come "Still Thinking", di ballate coutry folk come la struggente "Welcome Home", di rock scanzonato ("Climbing The Ladder").

La perla del disco è la soul ballad "Run It" dove il timbro caldo di Jim James balla con il dolce groove della band.

I suoni sono cristallini e gli arrangiamenti calzano a pennello ai dieci brani che compongono un' opera di grande classe, persa tra Prince, Neil Young e Brad.

[Francesco Traverso]

Canzoni significative: Run It, Welcome Home, Still Thinking.

Questa recensione é stata letta 779 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

14/09/2006BolognaPalamalaguti
20/09/2006PistoiaPiazza Duomo

tAXI dRIVER consiglia

Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
Melvins - Five Legged DogMelvins
Five Legged Dog
General Patton Vs The X-Ecutioners - General Patton Vs The X-EcutionersGeneral Patton Vs The X-Ecutioners
General Patton Vs The X-Ecutioners
Quinto Stato - Quinto StatoQuinto Stato
Quinto Stato
Black Midi - SchlagenheimBlack Midi
Schlagenheim
Strokes, The - Room On FireStrokes, The
Room On Fire
Afterhours - Siam Tre Piccoli PorcellinAfterhours
Siam Tre Piccoli Porcellin
(P)itch - Velluto(P)itch
Velluto