Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Green Day - Father Of All (Reprise)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Green Day - Father Of All
Autore: Green Day
Titolo: Father Of All
Etichetta: Reprise
Anno: 2020
Produzione: Butch Walker
Genere: rock / alternative / punk

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Tra alti e bassi i Green Day sono da più di 20 anni una delle più famose rock band mondiali. Non dobbiamo certo approcciarli come gruppo punk, sebbene i loro esordi su Lookout siano su quel genere, la loro è ormai più un'ispirazione visiva: capelli sparati, scritte con caratteri infantili, tematiche ribelli. Ma i loro tre accordi hanno da tempo un sound classicamente rock.

"Father Of All" è un disco definibile "power pop": riff semplici, melodie orecchiabili e solarità diffusa (sebbene i testi non lo siano per niente). Il male è che a furia di ricercare l'immediatezza e la semplicità (leggi: un grandissimo pubblico) la band è completamente svuotata della personalità. La voce di Billie Joe è pigra e svogliata, così come il resto della band che non ha nessuna delle caratteristiche dei Green Day che furono.

Un disco che se martellato dalle radio godrà dell'inevitabile successo ma che se non fosse per il battage pubblicitario sarebbe scambiabile con un lavoro di una qualsiasi band svedese o australiana di revival rock di vent'anni fa. Se vi è rimasto incastrato il disco dei Jet nello stereo usate questo per rimuoverlo.

[Dale P.]

Canzoni significative: Sugar Youth.


Questa recensione é stata letta 375 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Green Day - WarningGreen Day
Warning

tAXI dRIVER consiglia

(P)itch - Velluto(P)itch
Velluto
Black Midi - CavalcadeBlack Midi
Cavalcade
Grinderman - GrindermanGrinderman
Grinderman
 Deadburger
S.t.0.r.1.e.
Estra - A Conficcarsi in Carne DEstra
A Conficcarsi in Carne D'Amore
Jasminshock - 2monkeys Fighting For A BananaJasminshock
2monkeys Fighting For A Banana
Sleater Kinney - The WoodsSleater Kinney
The Woods
Afterhours - Quello Che Non CAfterhours
Quello Che Non C'è
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Santo Niente - Occhiali Scuri Al Mattino EPSanto Niente
Occhiali Scuri Al Mattino EP