ÔĽŅ

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Halsey - If I Canít Have Love, I Want Power (Capitol)

Ultime recensioni

Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture
Blodet - Death MotherBlodet
Death Mother
Maggot Heart - HungerMaggot Heart
Hunger
Blood Incantation - Luminescent BridgeBlood Incantation
Luminescent Bridge
Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Kvelertak - EndlingKvelertak
Endling
Graveyard - 6Graveyard
6
Great Falls - Objects Without PainGreat Falls
Objects Without Pain
Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons

Halsey - If I Canít Have Love, I Want Power
Autore: Halsey
Titolo: If I Canít Have Love, I Want Power
Anno: 2021
Produzione: Trent Reznor, Atticus Ross
Genere: pop / rock / alternative

Voto:
Produzione:
Originalitŗ:
Tecnica:




Per fortuna c'Ť chi ha voglia di giocare con la propria carriera facendo scelte apparentemente difficili ma che, per assurdo, sarebbero la scelta naturale in un mondo discografico giusto. Apparentemente c'Ť solo Dave Grohl a fare un po' quello che gli piace con chi gli piace. Mentre il resto del mondo applaude all'intraprendenza dell'ex Nirvana, la giovanissima ma giŗ neo-mamma Ashley Nicolette Frangipane, ovvero Halsey, lo invita a suonare la batteria in una canzone ("honey", lo si riconosce immediatamente). Ma spulciando i credits troviamo anche Pino Palladino, straordinario bassista che qui tesse magistralmente "Lilith". E poi non vuoi chiamare la leggenda vivente Lindsey Buckingham a suonare la chitarra in "Darling"? VabbŤ ma siamo abituati a pop star che usano grossi nomi per abbellire il proprio album, magari senza manco sapere esattamente chi sia il prestigioso ospite. Togliamo ogni dubbio? Alla produzione troviamo Trent Reznor e Atticus Ross, i re mida delle musiche da film. Coloro che zitti zitti stanno dettando legge nelle produzioni da 30 anni (devo dire Nine Inch Nails? Non credo, ma vi ricordo Saul Williams) e che qui si destreggiano abilmente facendo un passo indietro e facendo brillare Halsey. Il disco, inutile dire, Ť un piccolo capolavoro pop. Non facilissimo, anzi, parecchio variegato e ricco di idee. Le canzoni? Ci sono. Non sono inutilmente strappalacrime, nŤ con tematiche da festa delle medie. Halsey Ť molto piý matura della sua etŗ. Quindi cari 30/40/50enni attivate le antenne e non fatevela scappare.

[Dale P.]

Canzoni significative: Honey, The Tradition, I'm Not A Woman I Am A God.

Questa recensione ť stata letta 770 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Beatles, The - LoveBeatles, The
Love
Crash Test Dummies - PussCrash Test Dummies
Puss'n'Boots
R.E.M. - RevealR.E.M.
Reveal
Grand Transmitter - Under The Wheel EPGrand Transmitter
Under The Wheel EP
Peeping Tom - Peeping TomPeeping Tom
Peeping Tom
Jadsa - Olho de VidroJadsa
Olho de Vidro
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Paolo Benvegný - Piccoli Fragilissimi FilmPaolo Benvegný
Piccoli Fragilissimi Film
Neil Finn - & Friends - 7 Worlds CollideNeil Finn
& Friends - 7 Worlds Collide