Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop [ elettronica ]

L'Absence - Hector Zazou (Santeria)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onsgen Ensemble - FearOnsgen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

Hector Zazou - L'Absence
Voto:
Etichetta: Santeria
Anno: 2004
Produzione:
Genere: elettronica / pop /
Scheda autore: Hector Zazou



La carriera di Hector Zazou lunga e variegata. L'esordio nel 1976 e quasi 20 dischi in quasi 20 anni con varie sigle, formazioni o collaborazioni. Questo nuovo album vorrebbe essere, secondo l'autore, un disco pi "facile" rispetto ai precedenti. Elettronica adulta, quasi trip-hop. Come una sorta di Craig Armstrong meno patinato. Ma con ospiti di lusso anche qua. A partire da Asia Argento (ormai lanciatissima nel mondo musicale), passando per Nicola Hitchcock, Caroline Lavelle, Emma Stow, Laurence Revey, Edo, Lucrezia Von Berger e Katrina Beckford. Nomi noti nel giro Mandalay, Peter Gabriel, William Orbit, Salt.

La musica del disco un'elettronica fredda, statica, parecchio coinvolgente, in cui bello perdersi nel mare dei particolari. Alla maniera degli ultimi Massive Attack, ma un pelo pi sperimentale.

Inutile parlare troppo di questo disco: da comprare assolutamente per tutti quelli che sono nostalgici del trip-hop e aspettano con ansia ogni nuova uscita. A tutti gli altri potrebbe comunque piacere. Dategli un'ascoltata.

[Dale P.]

Canzoni Significative: Lies Will Follow, Surrender.


Questa recensione stata letta 3050 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Dontcareful - LiningsDontcareful
Linings
Motel Connection - A/R Andata + RitornoMotel Connection
A/R Andata + Ritorno
Fiamma Fumana - HomeFiamma Fumana
Home