Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Irreversible Entanglements - Open The Gates (International Anthem)

Ultime recensioni

Stew - TasteStew
Taste
Fu Manchu - A Look Back Dogtown & Z-BoysFu Manchu
A Look Back Dogtown & Z-Boys
AA.VV. - Ô - A Tribute To Ô PaonAA.VV.
Ô - A Tribute To Ô Paon
Endless Boogie - AdmonitionsEndless Boogie
Admonitions
Cerce - Cowboy MusicCerce
Cowboy Music
Sugar Horse - The Live Long AfterSugar Horse
The Live Long After
Bad Waitress - No TasteBad Waitress
No Taste
Midwife - LuminolMidwife
Luminol
Nolan Potter - Music Is DeadNolan Potter
Music Is Dead
Illuminati Hotties - Let Me Do One More TimeIlluminati Hotties
Let Me Do One More Time
A.A. Williams - Arco EPA.A. Williams
Arco EP
Failure - Wild Type DroidFailure
Wild Type Droid
King Buffalo - AcheronKing Buffalo
Acheron
Papangu - HolocenoPapangu
Holoceno
Moin - Moot!Moin
Moot!
Kulk - We Spare NothingKulk
We Spare Nothing
Kaatayra - InpariquipêKaatayra
Inpariquipê
Indigo Raven - Looking for TranscendenceIndigo Raven
Looking for Transcendence
Elder - & Kadavar - EldovarElder
& Kadavar - Eldovar
Pan Daijing - JadePan Daijing
Jade

Irreversible Entanglements - Open The Gates
Autore: Irreversible Entanglements
Titolo: Open The Gates
Etichetta: International Anthem
Anno: 2021
Produzione: Scott McNiece & David Allen
Genere: jazz / free jazz / experimental

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Open The Gates





Mi riesce molto difficile recensire il terzo disco degli Irreversible Entanglements. Sono un fan, di quelli che si comportano di fronte a loro come le ragazzine di fronte ad una boy band. Quindi il metro di giudizio è totalmente falsato da questo, sappiatelo. Quando li scoprii, grazie alla sempre incredibile etichetta International Anthem Recording Company, il mio mondo è cambiato. In meglio. Il loro sublime mix di culture musicali mi ha stregato fin dalla prima nota e mi ha aperto parecchie porte sul presente, sul passato e sul futuro.

Sembra una frase altisonante ma in realtà è proprio il senso del progetto: prendere la musica nera del passato, traghettarla nel presente e narrare distopie future. Camae Ayewa (Moor Mother), voce; Keir Neuringer, sassofono; Aquiles Navarro, tromba; Luke Stewart, basso; Tcheser Holmes, batteria non hanno intenzione di mollare la presa e con "Open The Gates" riescono ad andare anche oltre al perfetto "Who Sent You?" imbracciando tutti i synth e trasportando il loro sound ancora più in là. La durata è mastodontica (i cari vecchi 73 minuti da ascolto in CD) e occorrerà parecchia pazienza per trovare voglia di affrontare un mostro sonoro simile ma ci sono talmente tanti momenti orgasmatici che vale la pena, anche ascoltandolo un poco alla volta.

[Dale P.]

Canzoni significative: Lagrimas Del Mar, Water Meditation

Questa recensione é stata letta 169 volte!
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?

tAXI dRIVER consiglia

Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Irreversible Entanglements - Open The GatesIrreversible Entanglements
Open The Gates
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?