Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Jet - Shine On (Atlantic)

Ultime recensioni

Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice
Wyatt E. - Al Beluti DaruWyatt E.
Al Beluti Daru

Jet - Shine On
Titolo: Shine On
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / pop / alternative

Voto:



Da un bel po’ di ascolti sto studiando questa nuova prova dei Jet, e direi che non è proprio facile da giudicare. Si sente che si tratta di un disco ben suonato e prodotto ma a livello di originalità mi aspettavo decisamente di più. Per non parlare dell’immediatezza delle canzoni, di gran lunga più efficaci nel debut album.

Le cose migliori si ritrovano nell’intro che è in realtà l’anticipazione della traccia conclusiva, ” All You Have To Do”, traccia che pare strappata dagli Abbey Road Studios del ’68. Per il resto senza che mi dilunghi molto tanti brani di un buon livello pop rock dove è facile scorgere anche una vena blues. Il singolo “Put Your Money Where Your Mouth Is” che si apre col falsetto vocale di Nic Cester, trascina un album senza grandi picchi, e se la mano scivola spesso sul tasto skip del lettore non può certo trattarsi di un capolavoro.

[Steliam]

Canzoni significative: Put Your Money Where Your Mouth Is, All You Have To Do.


Questa recensione é stata letta 4443 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

13/06/2004BolognaFlippaut 2004

tAXI dRIVER consiglia

Lou Reed - BerlinLou Reed
Berlin
Nick Cave - Let Love InNick Cave
Let Love In
Jeff Buckley - Live AlJeff Buckley
Live Al'Olympia
Pearl Jam - Riot ActPearl Jam
Riot Act
Velvet Underground - Velvet Underground & NicoVelvet Underground
Velvet Underground & Nico
Massimo Bubola - Niente Passa InvanoMassimo Bubola
Niente Passa Invano
Nick Cave - No More Shall We PartNick Cave
No More Shall We Part
PGR - Per Grazia RicevutaPGR
Per Grazia Ricevuta
Jimmy Chamberlin Complex - Life Begins AgainJimmy Chamberlin Complex
Life Begins Again
Joe Strummer - StreetcoreJoe Strummer
Streetcore