Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Wide Eyed - Junior Varisty (Victory)

Ultime recensioni

En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet

Junior Varisty - Wide Eyed
Voto:
Etichetta: Victory
Anno: 2005
Produzione:
Genere: punk / emo / rock



Sognante, arioso, che punta all'infinito del cielo, trasportando l'ascoltatore alla malinconia.

Questo è,in sintesi, il primo impatto dell'album dei junior varsity, altra produzione della victory, non di certo la migliore.

Ottimo l'artwork che compensa un album un po' insipido e che si ripete di traccia in traccia ricordando le sonorità dei Bad Astronaut. Un continuo fluire di melodie lente, chitarre semplici e ariose, voce rantolante di sconforto che sembra desiderare di raggiungere l'infinito, di cantare alla luna tutto il suo dolore e solitudine, di essere sul ciglio di un burrone con davanti l'oceano,pronto a buttarsi sperando di prendere il volo. Questa voce decisamente emo è a volte accompagnata da suoni di chitarre quasi prog-rock che si alternano poi a suoni di tastiere, tutto sempre alla ricerca di una atmosfera coinvolgente.

Album valido ma non di certo originale, ideale per i momenti di sconforto o da ascoltare prima di andare a dormire,per essere avvolti da una sensazone di tranquillità e rilassatezza totale,grazie alla mancanza di suoni duri e accattivanti. Tutto è melodico,fluido,morbido, tutto vuol trasformare la realtà che ci circonda in una dimensione simile a quella rappresentata nella copertina. Rusultato decisamente ottenuto.

[Gio]

Canzoni significative: get comfortable, if you could paint your own vacation where would you go?, if it hurts you.


Questa recensione é stata letta 2198 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Jimmy Eat World - Bleed AmericanJimmy Eat World
Bleed American
Onelinedrawing - VisitorOnelinedrawing
Visitor
Rival Schools - United By FateRival Schools
United By Fate