Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  stoner post-metal post-hardcore metal grunge [ rock ] alternative

This Machine Kills Artists - King Buzzo (Ipecac)


King Buzzo - This Machine Kills Artists
rock / alternative / acoustic

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Voto utenti (243):

Etichetta: Ipecac
Produzione: Toshi Kasai
Anno: 2014



Compra King Buzzo su Taxi Driver Store


Molti pensano che fare dischi vuol dire automaticamente essere ricchi. Probabilmente funzionava negli anni 90, quando le major mettevano sotto contratto praticamente tutti e si vendevano milionate di dischi. Attualmente non e' cosi': il pubblico si e' notevolmente ridotto ma, cosi' come era prima del boom del suono indipendente, sono rimasti giusto i fedelissimi a supportare le uscite discografiche piu' coraggiose. E gli "artisti" sono tornati a fare la fame.

I Melvins hanno sempre fatto una grassa risata in faccia a questa "crisi": la loro ricetta e' di pubblicare qualcosa appena possibile. Sia un disco, una collaborazione, un rutto. Qualcuno disposto a comprarlo si trova sempre (vedi il sottoscritto).

In questi mesi King Buzzo ha evidentemente voglia di prendere in giro il suo pubblico, ridergli in faccia e portare in giro le bozze di pezzi dei Melvins mai provati con Dale. Questo "This Machine Kill Artists" e' geniale fin dal titolo, ma all'interno troverete esattamente quello che potreste aspettarvi da Buzz Osborne senza amplificatore: canzoni alla Melvins acustiche.

Apro una parentesi per segnalarvi che Dale Crover ha pubblicato l'anno scorso un disco senza King Buzzo, assieme a Joe Plummer dei Black Heart Procession e Cody Willis dei Big Business. Batterie, percussioni e suonini: andatevelo ad ascoltare (magari su Soundcloud, dato che il disco e' gia' fuori catalogo). Questo per dire che le uscite soliste possono (devono?) essere qualcosa che non ti permette di fare la band madre.

Ma questa considerazione e' abbastanza superficiale: cosa non hanno fatto nei dischi i Melvins? Ecco perche' ogni volta che se ne escono con qualcosa di "normale" ci rimango male. E questo disco, per assurdo, e' normale. Un normale disco acustico di King Buzzo. Anche se e' il primo in 50 anni. Ovviamente da aggiungere alla collezione, ma difficilmente aprira' nuovi orizzonti a qualcuno.

[Maso]

Canzoni significative: Dark Brown Teeth, Illegal Mona

Vota Questo Disco:
Condividi


Questa recensione Ú stata letta 3611 volte!



tAXI dRIVER consiglia

Burning Brides - Glass Slipper EPBurning Brides
Glass Slipper EP
Stone Gossard - BayleafStone Gossard
Bayleaf
Tomahawk - Mit GasTomahawk
Mit Gas
Wellwater Conspiracy - The Scroll And Its CombinationsWellwater Conspiracy
The Scroll And Its Combinations
Lingua - All My Rivals Are Imaginary GhostLingua
All My Rivals Are Imaginary Ghost