Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Mantar - Grungetown Hooligans II (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty
Melvins - Tarantula HeartMelvins
Tarantula Heart
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Whores - WarWhores
War
Couch Slut - You Could Do It TonightCouch Slut
You Could Do It Tonight
Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage

Mantar - Grungetown Hooligans II
Autore: Mantar
Titolo: Grungetown Hooligans II
Anno: 2020
Produzione: Hanno Klänhardt
Genere: metal / sludge / grunge

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Mantar è un duo tedesco che si fece notare nel 2014 con il debutto "Death By Burning" uscito per Svart in cui venivano mescolati black metal, sludge, punk, noise rock come una versione più grezza dei Black Cobra.

Dopo due album pubblicati per Nuclear Blast, non proprio l'etichetta giusta per loro, si autoproducono "Grungetown Hooligans II" disco di cover di Babes In Toyland, L7, 7 Year Bitch, Sonic Youth, Jesus Lizard, Mudhoney e Mazzy Star.

Se può sembrare strano che una band con un certo tipo di sound possa approcciarsi seriamente con l'alternative rock anni 90 non dimenticate che grunge, riot grrrls e noise rock hanno una base ruvida, sporca, rumorosa e ulcerosa tanto quanto certo heavy metal, se non di più.

In più i Mantar, subito dopo la guerra fredda, scoprirono e amarono queste band da adolescenti ribelli grazie al loro sound aggressivo e all'attitudine senza compromessi. E' forse vietato amare grunge e black metal?

Finalmente, dopo il pregevole lavoro dei Thou con le cover dei Nirvana, il "grunge sound" viene sviscerato nella sua attitudine più sincera e punk con dei suoni heavy e ribassati. Innanzi tutto stupisce la scelta di parecchie cover di band "riot" come L7, Babes in Toyland e, soprattutto, 7 Year Bitch la cui splendida "Knot" è forse l'apice del disco. Mentre "Puss" dei Jesus Lizard è una scelta abbastanza scontata, "100%" dei Sonic Youth è decisamente eccitante e "Ghost Highway" sorprendente. "Who You Drivin' Now" è un'altra scelta particolare essendo un brano minore dei Mudhoney.

In sintesi se amate queste band e i Mantar (come il sottoscritto) è un acquisto obbligatorio, altrimenti sarebbe meglio rivedere i vostri gusti. Mettetevi la camicia di flanella e godetevi questa bellissima raccolta!

[Dale P.]

Canzoni significative: Knot, 100%, Bruise Violet.

Questa recensione é stata letta 711 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End

NEWS


07/04/2022 A Luglio Il Nuovo Album
11/03/2022 Firmano per Metal Blade

tAXI dRIVER consiglia

Kylesa - Static TensionKylesa
Static Tension
Rainbow Grave - No YouRainbow Grave
No You
Somnuri - Nefarous WaveSomnuri
Nefarous Wave
Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Gersch, The - The GerschGersch, The
The Gersch
Blacklab - In A Bizarre DreamBlacklab
In A Bizarre Dream
Iceburn - AsclepiusIceburn
Asclepius
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Ufomammut - Opus AlterUfomammut
Opus Alter
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine