Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Grungetown Hooligans II - Mantar (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Mantar - Grungetown Hooligans II
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2020
Produzione: Hanno Klänhardt
Genere: metal / sludge / grunge
Scheda autore: Mantar



Mantar è un duo tedesco che si fece notare nel 2014 con il debutto "Death By Burning" uscito per Svart in cui venivano mescolati black metal, sludge, punk, noise rock come una versione più grezza dei Black Cobra.

Dopo due album pubblicati per Nuclear Blast, non proprio l'etichetta giusta per loro, si autoproducono "Grungetown Hooligans II" disco di cover di Babes In Toyland, L7, 7 Year Bitch, Sonic Youth, Jesus Lizard, Mudhoney e Mazzy Star.

Se può sembrare strano che una band con un certo tipo di sound possa approcciarsi seriamente con l'alternative rock anni 90 non dimenticate che grunge, riot grrrls e noise rock hanno una base ruvida, sporca, rumorosa e ulcerosa tanto quanto certo heavy metal, se non di più.

In più i Mantar, subito dopo la guerra fredda, scoprirono e amarono queste band da adolescenti ribelli grazie al loro sound aggressivo e all'attitudine senza compromessi. E' forse vietato amare grunge e black metal?

Finalmente, dopo il pregevole lavoro dei Thou con le cover dei Nirvana, il "grunge sound" viene sviscerato nella sua attitudine più sincera e punk con dei suoni heavy e ribassati. Innanzi tutto stupisce la scelta di parecchie cover di band "riot" come L7, Babes in Toyland e, soprattutto, 7 Year Bitch la cui splendida "Knot" è forse l'apice del disco. Mentre "Puss" dei Jesus Lizard è una scelta abbastanza scontata, "100%" dei Sonic Youth è decisamente eccitante e "Ghost Highway" sorprendente. "Who You Drivin' Now" è un'altra scelta particolare essendo un brano minore dei Mudhoney.

In sintesi se amate queste band e i Mantar (come il sottoscritto) è un acquisto obbligatorio, altrimenti sarebbe meglio rivedere i vostri gusti. Mettetevi la camicia di flanella e godetevi questa bellissima raccolta!

[Dale P.]

Canzoni significative: Knot, 100%, Bruise Violet.

Questa recensione é stata letta 37 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Unearthly Trance - The TridentUnearthly Trance
The Trident
Superjoint Ritual - Use Once & DestroySuperjoint Ritual
Use Once & Destroy
Gersch, The - The GerschGersch, The
The Gersch
Down - III - Over The UnderDown
III - Over The Under
Baroness - Blue RecordBaroness
Blue Record
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Fight Amp - Hungry For NothingFight Amp
Hungry For Nothing
Floor - DoveFloor
Dove
Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II