Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Chaosphere - Meshuggah (Nuclear Blast)

Ultime recensioni

The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Lo Pan - SubtleLo Pan
Subtle
William Duvall - One AloneWilliam Duvall
One Alone
Werian - AnimistWerian
Animist
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn

Meshuggah - Chaosphere
Voto:
Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 1998
Produzione:
Genere: metal / progressive / death
Scheda autore: Meshuggah



Il ritorno della band di Umea. Ed ecco che si inizia a ragionare: un disco eccezzionale, 8 tracce di un' intensità imprevedibile: ogni brano suona come un martello pneumatico (malfunzionante) in pieno stomaco. Ma quel dolore è in realtà un piacere. Perverso, come loro. Un thrash metal prog potentissimo, superiore alle uscite precedenti in quanto approfondisce la loro già personalissima attitudine. E la loro personalità è davvero ingombrante! Tanto che sul retro della custodia regna un "produced by Meshuggah": e ci credo! Chi meglio di loro saprebbe dare un senso a quelle chitarrone a sette corde super-ribassate che si intersecano nell'inconfondibile labirinto ritmico Haakeiano? Le sensazioni indotte anzi imposte all'ascoltatore sono controverse: in principio è una pulsione nevrotica a tamburellare che si impossessa di te (ma attenzione: più con la testa che con le mani!!!)... poi un'altro slancio per cercare di raggiungere il tasto "indietro": beccato! Anche tu, amico, ti sei perso quella mezza dozzina di ottavi che concludeva quel riff!

Qui è tutto più... razionale! Anche se è un po' pericoloso usare questo termine con Loro, mi sembra giusto dire che è'come se ti lasciassero il tempo di goderti non solo una tagliata di poliritmie su letto di evoluzioni in tapping. In Chaosphere anche il passaggio più ostico e spigoloso diventa godibile: un thrash metal davvero divertentissimo, e allo stesso tempo spaventosamente furioso!

Ebbene sì: è un disco abbordabile, ma solo da malati di originalità, potenza e devastazione. Tutto nasce da un tema che si dirama investendo tutti gli strumenti con uno sviluppo graduale e coinciso, necessario, senza sprechi né lacune. Finita una traccia ci si sente soddisfatti, appagati come dopo un orgasmo. "New Millennuium Cyannide Christ" si conclude con un "assolo" assolutamente inquietante, anzi, claustrofobico! Sì, la claustrofobia è una sensazione che si avverte intensamente. Niente paura: anzi, finchè sei in tempo corri al riparo! Trovo che i Meshuggah siano catartici: ascoltarli è come affrontare di petto le più intime paure, riemerse dagli angoli più oscuri della psiche. Credi di aver coraggio? Intanto l'ascolto prosegue,finché... Ti ritrovi con in mano la forza per superare il tuo conflitto.

Volete la soluzione? Sarò buona: Non è così spiacevole trovarsi faccia a faccia col nemico. Perchè ascoltare, anzi penetrare nell'universo Meshuggah è un piacere immenso che proviene da una tortura. E'una spinta a essere più consci di sé, una cura che aiuta a dare una forma "razionale" (la loro tecnica) alle nostre pulsioni (la loro originalità, violenza furiosa, nevrosi). E se ne esce più forti di prima, in ogni caso. Il che non significa "guariti".La terrificante "The exquisite machinery of torture" il titolo dice tutto: sembra di essere sospesi nel buio dove l'unica certezza è il rumore sfuggente dei passi della personificazione del tuo incubo peggiore: sai che è vicinissimio e minaccioso ma allo stesso tempo sembra girarti intorno mancandoti... e quando il mostro si manifesta affrontarlo diventa un piacere quasi irrinunciabile, anche se, o, meglio, soprattutto perchè è impossibile prevederne l'arrivo! Ed ecco che la perversione cattura anche noi, assetati di ascoltare ancora, di farsi accogliere nel loro universo ancora una volta, e poi di nuovo, perchè, nel bene o nel male, non se ne riesce mai ad avere abbastanza!!!

[Shizu]

Canzoni significative: New Millenium Cyannide Christ, Neurotica, Sane, The Exquisite Machinery Of Torture

Questa recensione é stata letta 6514 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Meshuggah - Catch 33Meshuggah
Catch 33
Meshuggah - Contraddiction CollapseMeshuggah
Contraddiction Collapse
Meshuggah - IMeshuggah
I
Meshuggah - None EPMeshuggah
None EP
Meshuggah - ObzenMeshuggah
Obzen
Meshuggah - Rare TraxMeshuggah
Rare Trax

Live Reports

29/05/2005MilanoTransilvania Milano
14/07/2007MarconFrozen Rock Festival
10/07/2011TorinoColonia Sonora

NEWS


29/08/2014 Tour Europer per il Venticinquennale
17/02/2012 Seconda Anticipazione
11/02/2012 Nuovo Brano In Streaming
04/01/2012 Nuovo Album A Marzo
15/07/2007 e Dillinger Escape Plan - Unica Data In Italia
30/07/2006 Cover di Nothing Remix
16/07/2006 Ristampa di Nothing
02/04/2006 In Studio
05/04/2005 Tutte le date del Tour Europeo
16/03/2005 Catch 33 Tracklist
03/02/2005 Disco Posticipato
13/01/2005 Quasi Pronto Catch 33

tAXI dRIVER consiglia

Coprofago - Unorthodox Creative CriteriaCoprofago
Unorthodox Creative Criteria
Meshuggah - IMeshuggah
I
Ephel Duath - The Painters PaletteEphel Duath
The Painters Palette
Intronaut - VoidIntronaut
Void
Dysrhythmia - Barriers And PassagesDysrhythmia
Barriers And Passages
Dysrhythmia - PretestDysrhythmia
Pretest
Intronaut - Null EPIntronaut
Null EP
Ephel Duath - Pain Necessary To KnowEphel Duath
Pain Necessary To Know
Opeth - HeritageOpeth
Heritage
Martyr - Feeding The AbscessMartyr
Feeding The Abscess