Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

No Comfort - Monolord (Relapse)

Ultime recensioni

AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death

Monolord - No Comfort
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2019
Produzione: Kim Gravander
Genere: metal / doom / sludge
Scheda autore: Monolord



I Monolord sono degli allegri cialtroni provenienti dalla Svezia con all'attivo tre dischi per Riding Easy: "Empress Rising", "Vaenir" e "Rust". Dischi che hanno inserito di prepotenza la band fra le migliori formazioni doom sludge mondiali. Suono pachidermico, iperdistorto e ribassato: il trio era in grado di rivaleggiare con formazioni mastodontiche come Slomatics e Conan.

Con "No Comfort" cambiano campionato passando per la semi-major Relapse, casa di pesi massimi come Yob, Bongzilla, Red Fang, Windhand, Iron Monkey, Obsessed, Unearthly Trance, Inter Arma. E se è con loro che i Monolord si devono paragonare, mi dispiace, ma il trio svedese ne esce piuttosto a pezzi.

Certo, i riff monolitici sabbathiani (o "alla Sleep") sono sempre presenti, la pesantezza non è diminuita ma per quanto mi riguarda le band citate sopra rimangono di un altro livello. Per scrittura, originalità e carisma. Tra l'altro la prima facciata non regala granchè di interessante, mentre cambiando lato possiamo ascoltare qualche divagazione più sofisticata e meno legata ai clichè del genere.

Fa onore ai Monolord non aver snaturato la loro natura salendo di categoria ma è lecito chiedere qualcosa di più. Non una commercializzazione del suono, ma magari una ricerca più particolare del riff e del timbro, qui non molto diverso da una band di esordienti.

[Dale P.]

Canzoni significative: Skywards, Alone Together, No Comfort.


Questa recensione é stata letta 141 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn
Yob - AtmaYob
Atma
Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Ramesses - Take The CurseRamesses
Take The Curse
Salome - TerminalSalome
Terminal
Obrero - Mortui Vivos DocentObrero
Mortui Vivos Docent
Middian - Age EternalMiddian
Age Eternal
Unearthly Trance - ElectrocutionUnearthly Trance
Electrocution