Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Il Suono Della Vanità - Morgan (Mescal)

Ultime recensioni

AA.VV. - Dirt ReduxAA.VV.
Dirt Redux
Fuzz - IIIFuzz
III
Porridge Radio - Every BadPorridge Radio
Every Bad
Deftones - OhmsDeftones
Ohms
Tallah - MatriphagyTallah
Matriphagy
Exhalants - AtonementsExhalants
Atonements
Lump Hammer - BeastLump Hammer
Beast
Obsidian Kingdom - Meat MachineObsidian Kingdom
Meat Machine
Gargoyl - GargoylGargoyl
Gargoyl
Anna Von Hausswolff - All Thoughts FlyAnna Von Hausswolff
All Thoughts Fly
Blues Pills - Holy Moly!Blues Pills
Holy Moly!
Sprain - As Lost Through CollisionSprain
As Lost Through Collision
Thurston Moore - By The FireThurston Moore
By The Fire
Idles - Ultra MonoIdles
Ultra Mono
Sarah Davachi - Cantus, DescantSarah Davachi
Cantus, Descant
AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome

Morgan - Il Suono Della Vanità
Voto:
Etichetta: Mescal
Anno: 2004
Produzione:
Genere: colonna sonora / strumentale /
Scheda autore: Morgan



E' vero che i dischi importanti sono quelli inascoltabili dal grande pubblico?? Senza ombra di dubbio sì. Prendete il primo dei Velvet Underground. Un ascoltatore tipo è già tanto se apprezza "Sunday Morning" figuriamoci il resto.

Morgan ha fatto un disco importante.

Importante per diversi motivi. Il primo: un artista pop che fa un disco interamente strumentale. Il secondo: un artista major che pubblica un disco su indie. Il terzo: la musica.

Musica per orchestra sintetica, piano elettrico e voce. Poca voce. Quella dei dialoghi dei film. Risulta quindi una colonna sonora sperimentale ma altamente cinematografica. Il problema è però uno solo: la fruibilità. I cultori di musiche strane potrebbero trovarlo interessante, i fan di Morgan certamente noioso, quelli dei Bluvertigo non finiranno neanche di sentirlo.

E' come se Morgan si fosse rinchiuso in quell'appartamento in cui ha fatto il primo album e non abbia più intenzione di uscire. Isolarsi dal mondo per guadagnare credibilità con esso.

Un disco importante. Per Morgan e per il coraggio dimostrato dall'etichetta.

Voto relativamente basso per la difficoltà a consigliare l'album a normali fruitori di musica.

[Dale P.]

Canzoni Significative: ....


Questa recensione é stata letta 4686 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Morgan - Il Suono Della VanitàMorgan
Il Suono Della Vanità