Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Mortui Vivos Docent - Obrero (Night Tripper)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Obrero - Mortui Vivos Docent
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2011
Produzione:
Genere: metal / doom / hard rock
Scheda autore: Obrero



Obrero, cinque personaggi dall'aspetto poco raccomandabile, provengono manco a dirlo, da quella Svezia diventata ormai fucina inesauribile di talenti.

Non sono lupi di primo pelo; infatti alcuni di loro si sono fatti le ossa in band dedite al trash ottantiano che gli ha permesso di arrivare pronti a questa nuova esperienza. Ed in effetti tutto cio' lo si nota in "Mortui Vivos Docent", disco d'esordio inciso per la Night Tripper dove ispirazione e tecnica non fanno difetto.

La loro proposta e' particolarmente intrigante. Siamo ovviamente in territori prettamente metal, ma le radici vanno a toccare sonorita' doom, ammiccamenti stoner, accenni southern, incursioni prog, il tutto sotto una maligna aura slayeriana.

Detta cosi' la descrizione dell'album potrebbe sembrare azzardata, ma se andate ad ascoltare un brano come "Wolf's Hook", mi darete ragione. Un cantato tagliente, chitarre sature di elettricita' ed una batteria ficcante come poche altre volte. Particolari sono anche "Son Of Tutankhamun" e "Charles The Hammer", quasi un connubio tra certo trash d'annata e doom piu' tradizionale anche se poi la ciliegina sulla torta viene fornita dall'accoppiata finale "Exterminate/The Lost World", oltre tredici minuti di musica ad alta tensione dove tutte quelle sonorita' precedentemente elencate escono in maniera piuttosto nitida.

Menzione doverosa per la voce di Martin Missy che riesce a dare quel tocco di "orrorifico" ad una proposta gia' malsana ed inquietante.

Sicuramente uno degli esordi piu' interessanti dell'anno.

[Cristiano Roversi]

Canzoni significative: Wolf's Hook, Son Of Tutankhamun, Exterminate, The Lost World.


Questa recensione Ú stata letta 1896 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Esoteric - Paragon Of DissonanceEsoteric
Paragon Of Dissonance
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn
Ramesses - Take The CurseRamesses
Take The Curse
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Obrero - Mortui Vivos DocentObrero
Mortui Vivos Docent
Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Blood Ceremony - The Eldritch DarkBlood Ceremony
The Eldritch Dark
Yob - AtmaYob
Atma
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Jex Thoth - Jex ThothJex Thoth
Jex Thoth