Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Oginoknaus - Oginoknaus (Vacation House)

Ultime recensioni

Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage
The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII

Oginoknaus - Oginoknaus
Autore: Oginoknaus
Titolo: Oginoknaus
Etichetta: Vacation House
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / noise /

Voto:



Se nella bio leggo riferimenti a Jesus Lizard, Sonic Youth, Slint, Shellac e Pixies ho nella mia testa dei riferimenti sonori ben precisi, per quanto sbilenchi. Metto il CD nel lettore, incuriosito (quelle band sono tra le mie preferite in assoluto) ma anche sicuro che non ne sarebbe uscito niente di lontanamente paragonabile ai quei mostri sacri. La produzione di David Lenci mi aiut ad inserire automaticamente gli Oginoknaus fra le tante band italiane di post-noise (tipo quelle che affollano il comunque ottimo catalogo Psychotica).

Invece... per fortuna in casa Vacation devono essere sordi, o probabilmente mi sfuggito qualcosa. Niente Jesus Lizard, niente Sonic Youth n Slint, Shellac e Pixies. Ma un bel po' di dark sound: un po' Joy Division, un po' Interpol, un po' Swans e uno sputo di Neurosis. Band di questo genere sono rare da trovare e quindi ci teniamo stretti gli Oginoknaus che hanno confezionato un esordio, s perfettibile, ma anche tremendamente bello. Lento incedere inesorabile verso la morte con la svogliatezza slacker di chi vuole tentare anche questa strada anche se porter alla negazione della vita.

Nessuna furbizia sonora (n di marketing, a quanto pare), un libretto che pi scarno non si pu e alcune delle canzoni pi gelide sentite in questo freddo inverno. Oginoknaus non un disco, un mantra tribale di evocazione demoniaca.

Se avete il cuore nero non potete farne a meno.

[Dale P.]

Canzoni significative: When I Cry For You, Trompe La Mort.

Questa recensione stata letta 3472 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Concrete Ships - In ObservanceConcrete Ships
In Observance
Eva Kant - Stand Up And KissEva Kant
Stand Up And Kiss
My Bloody Valentine - LovelessMy Bloody Valentine
Loveless
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Orthrelm - OVOrthrelm
OV
Blonde Redhead - Melody Of Certain Damaged LemonsBlonde Redhead
Melody Of Certain Damaged Lemons
Bunuel - Killers Like UsBunuel
Killers Like Us
Dead Elephant - ThanatologyDead Elephant
Thanatology
Made Out Of Babies - The RuinerMade Out Of Babies
The Ruiner
One Dimensional Man - You Kill MeOne Dimensional Man
You Kill Me