Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Oginoknaus - Oginoknaus (Vacation House)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Oginoknaus - Oginoknaus
Voto:
Etichetta: Vacation House
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / noise /
Scheda autore: Oginoknaus



Se nella bio leggo riferimenti a Jesus Lizard, Sonic Youth, Slint, Shellac e Pixies ho nella mia testa dei riferimenti sonori ben precisi, per quanto sbilenchi. Metto il CD nel lettore, incuriosito (quelle band sono tra le mie preferite in assoluto) ma anche sicuro che non ne sarebbe uscito niente di lontanamente paragonabile ai quei mostri sacri. La produzione di David Lenci mi aiut ad inserire automaticamente gli Oginoknaus fra le tante band italiane di post-noise (tipo quelle che affollano il comunque ottimo catalogo Psychotica).

Invece... per fortuna in casa Vacation devono essere sordi, o probabilmente mi sfuggito qualcosa. Niente Jesus Lizard, niente Sonic Youth n Slint, Shellac e Pixies. Ma un bel po' di dark sound: un po' Joy Division, un po' Interpol, un po' Swans e uno sputo di Neurosis. Band di questo genere sono rare da trovare e quindi ci teniamo stretti gli Oginoknaus che hanno confezionato un esordio, s perfettibile, ma anche tremendamente bello. Lento incedere inesorabile verso la morte con la svogliatezza slacker di chi vuole tentare anche questa strada anche se porter alla negazione della vita.

Nessuna furbizia sonora (n di marketing, a quanto pare), un libretto che pi scarno non si pu e alcune delle canzoni pi gelide sentite in questo freddo inverno. Oginoknaus non un disco, un mantra tribale di evocazione demoniaca.

Se avete il cuore nero non potete farne a meno.

[Dale P.]

Canzoni significative: When I Cry For You, Trompe La Mort.

Questa recensione stata letta 3005 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Black Eyes - CoughBlack Eyes
Cough
One Dimensional Man - Take Me AwayOne Dimensional Man
Take Me Away
Lightning Bolt - Sonic CitadelLightning Bolt
Sonic Citadel
Oneida - Happy New YearOneida
Happy New Year
Lucertulas - Tragol De RovaLucertulas
Tragol De Rova
Arabrot - Solar AnusArabrot
Solar Anus
Theramin - We Were GladiatorsTheramin
We Were Gladiators
Ken Mode - VenerableKen Mode
Venerable
Bellini - Small StonesBellini
Small Stones
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound