Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

A Eulogy For The Damned - Orange Goblin (Candelight)

Ultime recensioni

The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Lo Pan - SubtleLo Pan
Subtle
William Duvall - One AloneWilliam Duvall
One Alone
Werian - AnimistWerian
Animist
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn

Orange Goblin - A Eulogy For The Damned
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2012
Produzione:
Genere: metal / stoner / hard rock
Scheda autore: Orange Goblin


Compra Orange Goblin su Taxi Driver Store


E sono sette. La band dell'inossidabile Ben Ward torna, a distanza di ben cinque anni dal precedente lavoro, e non accenna ad abbassare la guardia.

A dire il vero negli ultimi tempi avevano ugualmente continuato l'attivita' in sede live dimostrandosi all'altezza della loro fama senza perdere un minimo di quel carisma che li ha da sempre contraddistinti.

Va detto subito che il nuovo album non presenta particolari differenze con il passato piu' recente; nonostante cio' il gruppo britannico riesce comunque a risultare ancora una volta credibile mediante una formula ampiamente rodata ma efficace ed in questo caso pare anche concedere qualcosa in piu' alla melodia senza essere mai banale.

Chi li conosce non rimarra' deluso da brani trascinanti come l'apripista "Red Tide Rising", dal rock'n roll incandescente di "Acid Trial" o dallo stoner doom d'ispirazione Down di "The Fog".

Non mancano cavalcate motorhediane come "The Filthy And The Few" o momenti dichiaratamente blues di stampo sudista quale "Stand For Something" ad allietare un po' la tensione.

Se aggiungiamo un songwriting di primissimo ordine ed una voce inconfondibile (quella di Ward) sempre rocciosa e adrenalinica che si va ad affiancare ai consueti riff assassini, otteniamo un risultato tale da rendere "Eulogy For The Damned" un album godibile per tutti gli amanti di queste sonorita'.

Una band onesta e genuina, forse quella della seconda ondata "stoner" invecchiata meglio. Non e' da tutti.

[Cristian Roversi]

Canzoni significative: Red Tide Rising, Acid Trial, The Fog.

Questa recensione Ú stata letta 2156 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

06/04/2012LondraDesert Fest London 2012

NEWS


11/09/2014 Il Videoclip di Sabbath Hex
14/02/2012 Due Date In Italia
06/02/2012 Video di Red Tide Rising
15/12/2011 Nuovo Brano Online
05/10/2011 Tracklist e Titolo Del Nuovo Album
27/07/2011 Annunciato Lo Show Natalizio

tAXI dRIVER consiglia

Goatsnake - Flower Of DiseaseGoatsnake
Flower Of Disease
Boris - Heavy RocksBoris
Heavy Rocks
Boris - Akuma No UtaBoris
Akuma No Uta