ļ»æ

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

Honey You're Murdering Me - Pecksniff (Black Candy)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Pecksniff - Honey You're Murdering Me
Voto:
Produzione:
Originalitą:
Tecnica:

Etichetta: Black Candy
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / pop / lofi
Scheda autore: Pecksniff



I Pecksniff pur essendo in continua crescita verso riscontri di pubblico e di critica sono arrivati al difficile terzo album. E decidono di arrivarci barando, ovvero sfruttando il periodo propizio verso un certo tipo di indie rock. Sono sicuro che in tempi diversi "Honey, You're Murdering Me" sarebbe stato decisamente diverso.

Invece la band, giustamente, tenta di capitalizzare o semplicemente di fermarsi, in attesa di tempi migliori per fare un passo avanti. O, semplicemente, la band non č riuscita a fare il tris.

Persa la naivitč di "Elementary Watson", di cui non smetteremo mai di tesserne le lodi, perso l'intento di crescere con "The Book Of Staley Creep", i Pecksniff mettono in luce i loro difetti che fino a questo momento rimanevano nell'ombra delle numerose idee.

Certo, c'eravamo gią accorti che non sapevano nč cantare nč suonare. Ma vuol dire che la band ce la dovremo tenere sempre cosģ? Con linee vocali praticamente uguali brano su brano e mono-tono alla ricerca della stonatura palese con il consueto controcanto della dolce mamma che ha finito di cucinare la torta?

Ribatterete giustamente che sono gli ingredienti Pecksniff. Ingredienti che comunque confezionano un album discretamente godibile con qualche idea geniale ogni due o tre brani (quando nell'esordio il ritmo delle idee era costante) e una buona manciata di discrete canzoni.

Il mio sogno sarebbe che la band mostrasse volontą di crescere e migliorarsi per dare un senso alla pubblicazione di un album. Se non lo farą ho paura che avremo decine di "Honey, You're Murdering Me", ovvero album da ascoltare una volta ogni tanto per ritrovare il buonumore e rimettere via...

[Dale P.]

Canzoni significative: I Learn The Love, Funny Lips.


Questa recensione é stata letta 2877 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Pecksniff - Elementary WatsonPecksniff
Elementary Watson
Pecksniff - The Book Of Stanley CreepPecksniff
The Book Of Stanley Creep

tAXI dRIVER consiglia

Moldy Peaches, The - The Moldy PeachesMoldy Peaches, The
The Moldy Peaches
Pecksniff - The Book Of Stanley CreepPecksniff
The Book Of Stanley Creep
Xiu Xiu - La ForetXiu Xiu
La Foret
En Roco - Ad Occhi ChiusiEn Roco
Ad Occhi Chiusi
Perturbazione - Waiting To HappenPerturbazione
Waiting To Happen
Maisie - Bacharach For President...Maisie
Bacharach For President...
Pecksniff - Elementary WatsonPecksniff
Elementary Watson
Stephen Malkmus - Jenny And The Ess-dogStephen Malkmus
Jenny And The Ess-dog
Egokid - The Egotrip Of The EgokidEgokid
The Egotrip Of The Egokid
Songs Ohia - Ghost TropicSongs Ohia
Ghost Tropic