´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

Phoebe Bridgers - Punisher (Dead Oceans)

Ultime recensioni

Sisteria - Dark MatterSisteria
Dark Matter
... And Oceans - As In Gardens, So In Tombs... And Oceans
As In Gardens, So In Tombs
Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade
Dead Cross - IIDead Cross
II
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Caustic Casanova - Glass Enclosed Nerve CenterCaustic Casanova
Glass Enclosed Nerve Center
The Lovecraft Sextet - MiserereThe Lovecraft Sextet
Miserere
Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage

Phoebe Bridgers - Punisher
Autore: Phoebe Bridgers
Titolo: Punisher
Anno: 2020
Produzione: Ethan Gruska, Phoebe Bridgers, Tony Berg
Genere: indie / pop / rock

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Ha appena compiuto 26 anni, Ŕ al suo secondo disco a suo nome ed Ŕ protagonista nel trio Boygenius (con Julien Baker e Lucy Dacus) e nel duo Better Oblivion Community Center (con Conor Oberst). Phoebe Bridgers fa parte della nuova generazione di cantautrici che, sono sicuro, ci porteremo dietro per lungo tempo.

Per "Punisher" ha mobilitato un cast notevole di produttori, musicisti e ospiti e, pur essendo uscito in pieno lockdown, l'ha promosso in ogni canale possibile di internet. E' quindi motivata, e i numeri ci sono tutti: talento, splendida voce e quel viso sfuggente da fidanzata impossibile da avere.

"Punisher" Ŕ fatto di scarne canzoni folk, di quelle che da Elliott Smith passano per Conor Oberst, brani pi¨ rockeggianti ("Kyoto", quasi alla Mitski) e composizioni enfatiche e melodrammatiche ("I Know The End" che ricorda i crescendo epici dei Radiohead). Il risultato Ŕ fluido, dinamico e, cosa pi¨ importante, al servizio di canzoni ben riuscite. E' un album che mostra una autrice dotata e matura, in grado di spiccare il volo nelle prossime produzioni o di smarcarsi dal commerciale e rimanere in una nicchia in cui Ŕ regina.

[Dale P.]

Canzoni significative: Kyoto, I Know The End.

Questa recensione Ú stata letta 489 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Stephen Malkmus - Jenny And The Ess-dogStephen Malkmus
Jenny And The Ess-dog
Smog - Knock KnockSmog
Knock Knock
Odawas - The Aether EaterOdawas
The Aether Eater
Enon - High SocietyEnon
High Society
Egokid - The Egotrip Of The EgokidEgokid
The Egotrip Of The Egokid
Wilco - Yankee Hotel FoxtrotWilco
Yankee Hotel Foxtrot
Breakfast - Carry On EPBreakfast
Carry On EP
Pecksniff - Elementary WatsonPecksniff
Elementary Watson
Perturbazione - Waiting To HappenPerturbazione
Waiting To Happen
Beck - Sea ChangeBeck
Sea Change