Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

We Lost The Skyline - Porcupine Tree (Transmission)

Ultime recensioni

Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion

Porcupine Tree - We Lost The Skyline
Voto:
Anno: 2008
Produzione:
Genere: rock / progressive / psych



Dodici mesi alquanto intensi gli ultimi trascorsi dai Porcupine Tree. Dapprima la pubblicazione di un nuovo e convincente full-length, "Fear Of A Blank Planet", successivamente un gioiellino come l'Ep "Nil Recurring" e adesso questo live acustico intitolato "We Lost The Skyline" (titolo preso dal primo verso di "The Sky Moves Sideway", brano che apre la scaletta). Performance a quattro mani tra Steve Wilson e John Wesley registrata durante uno show in un music-store della Florida, in questa sede alcuni brani del repertorio della band vengono riproposti con semplici arrangiamenti a due chitarre, senza nessun supporto ritmico. Alcuni momenti si prestano perfettamente a questa dimensione, decisamente più intima, vedi la sempre bellissima "Waiting" o la sentimentale "Trains", posta a fine tracklist. Riuscite anche le nuove vesti di "The Sky Moves Sideways", gravida di accordi dilatati ed ariosi, della sempre fascinosa "Stars Die" e la parte finale riarrangiata di "Normal", pezzo forte del recente "Nil Recurring". "We Lost The Skyline" risulta alla resa dei conti un lavoro meno sorprendente di quanto si potesse desumere prima dell'ascolto - a principio ci saremmo attesi un qualcosa di più strutturato e forse più atmosferico - ma anche in questa forma, più nuda del consueto, i Porcupine Tree continuano a mostrare la classe che da tempo oramai conosciamo.

[Marco Giarratana]

Canzoni significative: Waiting; Trains; The Sky Moves Sideways; Stars Die.


Questa recensione é stata letta 3877 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Porcupine Tree - Fear Of A Blank PlanetPorcupine Tree
Fear Of A Blank Planet

NEWS


09/07/2010 Video di Bonnie The Cat

tAXI dRIVER consiglia

Anima Morte - The Nightmare Becomes RealityAnima Morte
The Nightmare Becomes Reality
Area - Arbeit Macht FreiArea
Arbeit Macht Frei
Atto IV - Stati AlteratiAtto IV
Stati Alterati
Mars Volta - Tremulant EPMars Volta
Tremulant EP
Mars Volta - De-Loused In The ComatoriumMars Volta
De-Loused In The Comatorium
Mars Volta - LiveMars Volta
Live
The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Nippon And The Simbol - UniversonbangaorfeoNippon And The Simbol
Universonbangaorfeo
London Underground - Through A Glass DarklyLondon Underground
Through A Glass Darkly
Grails - DoomsdayerGrails
Doomsdayer's Holiday