´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Pyrithe - Monuments to Impermanence (Gilead Media)

Ultime recensioni

Henrik Palm - Nerd IconHenrik Palm
Nerd Icon
Pallbearer - Mind Burns AlivePallbearer
Mind Burns Alive
Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty
Melvins - Tarantula HeartMelvins
Tarantula Heart
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Whores - WarWhores
War
Couch Slut - You Could Do It TonightCouch Slut
You Could Do It Tonight
Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis

Pyrithe - Monuments to Impermanence
Autore: Pyrithe
Titolo: Monuments to Impermanence
Etichetta: Gilead Media
Anno: 2022
Produzione: Spenser Morris
Genere: metal / sludge / progressive

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Monuments to Impermanence





Dalla sua uscita ho ascoltato "Monuments To Impermanence" decine di volte eppure non sono ancora riuscito a metterlo perfettamente a fuoco. Ed entrambi sono ottimi segni: spesso la longevitÓ di un disco appena uscito si consuma nelle prime ore o al massimo nei primi giorni salvo affievolirsi con il passare del tempo. In pi¨ la comprensione immediata di un disco ne toglie spesso lo stimolo mentale di studiarlo, capirlo, trovarne appigli.

L'esordio dei Pyrithe, trio di Pittsburgh, Ŕ cervellotico eppure di grande impatto. Loro si definiscono Progressive / Experimental Sludge e in effetti vengono da quello splendido mondo in cui il metal e l'hardcore si fonde generando uno strano ibrido molesto e ne aggiungono elementi progressivi e direi anche post metal e black metal. Pensate ad un calderone in cui si uniscono Mastodon, Kylesa, Lesbian (ve li ricordate? erano fantastici!), Isis, Neurosis e altre diavolerie assortite.

Aiutati da un discreto numero di collaboratori (tra cui la loro prima cantante Vicky Carbone) i Pyrithe confezionano un album che porta finalmente una boccata di aria putrida nell'ambiente particolarmente stagnante del genere e, lo dico senza timore di smentita, sarÓ nella top dei dischi dell'anno.

Prendete tutto il tempo che vi serve per amarlo: non ve ne pentirete!

[Dale P.]

Canzoni significative: In Praise Of The Enochian Trickster, Earthen Anchors.


Questa recensione Ú stata letta 624 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Kylesa - Spiral ShadowKylesa
Spiral Shadow
Floor - DoveFloor
Dove
Mizmor - & Thou - MyopiaMizmor
& Thou - Myopia
Somnuri - Nefarous WaveSomnuri
Nefarous Wave
Big Brave - VitalBig Brave
Vital
Might - MightMight
Might
Kylesa - Static TensionKylesa
Static Tension
Down - IIDown
II
Treedeon - New World HoarderTreedeon
New World Hoarder
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion