Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

No You - Rainbow Grave (God Unknown)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Rainbow Grave - No You
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2019
Produzione: Simon Reeves
Genere: metal / sludge / noise
Scheda autore: Rainbow Grave



Appena avuto tra le mani il dischetto in questione sono stato subito incuriosito dallo sticker di copertina "featuring members of Napalm Death & Doom": pensavo che sarebbe stato l'ennesimo gruppo di Shane Embury di grindcore mutante devoto all'old school. Invece mi sbagliavo completamente: nessuna presenza del riccioluto capellone bensì Nicholas Bullen, fondatore di Napalm Death e Scorn, e John Pickering, fondatore dei Doom, si mettono insieme a Nathan Warner e James Commander per formare un potentissimo gruppo noise/sludge chiamato Rainbow Grave.

Senza tanti giri di parole questa è roba che scotta! Prendete i Flipper e rendeteli molto, molto più cupi. Riff heavy-doom, chitarra sporca e lanciata in assoli disturbanti, basso marcio e suonato per dare schiaffoni sulla faccia, una voce che vomita malessere, ogni tanto un sassofono a rendere il tutto ancora più inquietante. Questo è anti-hardcore come si faceva sul finire degli anni 80, proto sludge, punk deprimente, psichedelia malsana, spazzatura bianca: capolavoro.

[Dale P.]

Canzoni significative: Year Zero, Assassin of Hope.


Questa recensione é stata letta 154 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Gersch, The - The GerschGersch, The
The Gersch
Floor - DoveFloor
Dove
Keelhaul - Triumphant Return To ObscurityKeelhaul
Triumphant Return To Obscurity
Black Cobra - ChronomegaBlack Cobra
Chronomega
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Unearthly Trance - The TridentUnearthly Trance
The Trident
Time To Burn - Starting PointTime To Burn
Starting Point
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Facedowninshit - Nothing Positive Only NegativeFacedowninshit
Nothing Positive Only Negative