Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Schism - Dissolution Or Minds (DEMO)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Schism - Dissolution Or Minds
Autore: Schism
Titolo: Dissolution Or Minds
Anno: 2005
Produzione:
Genere: metal / alternative /

Voto:



**** attenzione recensione scritta prima che Dale P. entrasse nella band e ADam nella redazione di Taxi Driver ****

E' chiaro che i genovesi Schism non hanno paura di mostrare le proprie influenze. Il monicker deriva infatti da un brano dei Tool contenuto nell'epocale Lateralus. Al contrario del brano omonimo la band risulta però molto più diretta e violenta risultando di conseguenza più vicina a band come Mudvayne e Pulkas. Riff compressi e "dispari" (come da tradizione post nu-metal) che si inseriscono nel filone delle band che cercano l'evoluzione del genere più che lo stanco e sterile ripetersi di formule sonore già adottate da altri.

Proprio per questo motivo l'ascolto della band risulta, inevitabilmente, ostico. La pressochè totale mancanza di ritornelli, assoli e il susseguirsi matematico dei riff può dare un senso di spaventosa apnea ad un orecchio poco allenato ma con il susseguirsi degli ascolti è proprio questo "difetto" a diventare un meraviglioso pregio.

[Dale P.]

Canzoni significative: Polis, Schizophrenie, Interested Redemption.

Questa recensione é stata letta 3913 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

12/05/2006GenovaLogo Loco

NEWS


09/02/2007 Su Rising Works

tAXI dRIVER consiglia

Cave In - Heavy PendulumCave In
Heavy Pendulum
Melvins - HoudiniMelvins
Houdini
Spiritbox - Eternal BlueSpiritbox
Eternal Blue
Klimt 1918 - DopoguerraKlimt 1918
Dopoguerra
Hum - InletHum
Inlet
A Perfect Circle - Thirteen StepA Perfect Circle
Thirteen Step
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Mastodon - RemissionMastodon
Remission
Sleigh Bells - TexisSleigh Bells
Texis
A Perfect Circle - Mer De NomsA Perfect Circle
Mer De Noms