Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Personality - Sleepy Jackson (Virgin)

Ultime recensioni

The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Lo Pan - SubtleLo Pan
Subtle
William Duvall - One AloneWilliam Duvall
One Alone
Werian - AnimistWerian
Animist
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn

Sleepy Jackson - Personality
Voto:
Etichetta: Virgin
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / pop /



Ogni tanto dall’Australia qualche gruppo di giovanissimi riesce a fare il botto (come lo fecero i Silverchair) e vedi oggi il caso dei Jet, Wolfmother e non per ultimi gli The Sleepy Jackson.

Attesi per la loro seconda produzione, ecco un disco davvero degno di nota.

Per chi ama un pop barocco, traboccante di cori, sovrarrangiamenti. Il suono che traspare in quest’opera è la perfetta coniugazione tra il Lennon di fine carriera (“Double Fantasy”, “Milk And Honey”) e i Mercury Rev. Luke Steele e la sua voce, sovra dosata di echo, (che imbarazzerebbe pure Brett Anderson dei defunti Suede) dal meglio di sè, mentre il gruppo ce la mette davvero tutta per farci credere di trovarci di fronte al “Pet Sound” del nuovo millennio e, ascoltando “Miles Away” e “Higher Than Hell” potrei anche pensarci. Le sfaccettature sono comunque molteplici e se in “Devil Was in My Yard” ronzano gli “scarafaggi di Liverpool” in “Play a Little Bit for Love” c’è profumo di Abba.

Ecco cotti 43 minuti di personalità e poco importa se uno era un ragno, uno era un uccello è comunque tutto fatto con “Steele”, pure il lavoro grafico davvero originale!

[Steliam]

Canzoni significative: Miles Away, Higher Than Hell, How Was I Supposed to Know?.

Questa recensione é stata letta 2833 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Velvet Underground - The Velvet UndergroundVelvet Underground
The Velvet Underground
Lou Reed - BerlinLou Reed
Berlin
Nick Cave - Murder BalladsNick Cave
Murder Ballads
Jimmy Chamberlin Complex - Life Begins AgainJimmy Chamberlin Complex
Life Begins Again
Neil Young - WeldNeil Young
Weld
Subsonica - Cielo Tangenziale Ovest DVDSubsonica
Cielo Tangenziale Ovest DVD
Neil Young - GreendaleNeil Young
Greendale
Pearl Jam - Riot ActPearl Jam
Riot Act
T-Rex - Electric WarriorT-Rex
Electric Warrior
Velvet Underground - Velvet Underground & NicoVelvet Underground
Velvet Underground & Nico