Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Cut - Slits (Island)

Ultime recensioni

Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Ral RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Ral Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today

Slits - Cut
Voto:
Anno: 1979
Produzione:
Genere: punk / new wave /
Scheda autore: Slits



Ristampa su CD con due bonus tracks del fondamentale disco delle Slits. Perch fondamentale? Perch nel pieno dell'esplosione punk queste 4 ragazze si divertivano a suonare con chitarra, basso e batteria (modello Runaways per intenderci) e incapaci assolutamente di suonare (si narra che conoscessero solo 3 accordi e che si facevano accordare gli strumenti da Mick Jones prima dei concerti di spalla ai Clash) creavano suoni strani e melodie improbabili .

Fosse solo per questo andrebbero gi considerate delle vere punk ma le nostre non si accontentavano di cos poco e hanno pubblicato il loro primo disco con una loro foto in copertina che le ritraeva nude coperte solo di fango. Ovviamente censuratissima e citatissima (basta ricordarsi del singolo di You Got It dei Mudhoney). La musica? Niente di inprenscidibile ovviamente. Ritmi strani, melodie non molto orecchiabili, voce simile ad una cantilena. Ma volete mettere il valore di tutto ci? Senza questo disco non ci sarebbero mai state le vere Riot GGGrls. Le Bikini Kill (e Le Tigre?? Forse ancora pi vicine alle Slits) ma nenche Nevermind dei Nirvana che oltre a Surfer Rosa dei Pixies citava chiaramente Cut e il suo "scarnificare i suoni". Ebbene, fatevi cullare dai ritmi quasi reggae (in fondo andavano in tour con i Clash mica con i Sex Pistols!) di Spend,Spend,Spend o di New Town. Ascoltate le loro storie. Ripensate a quegli anni. Il migliore periodo per il rock dopo gli anni 50.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione stata letta 3254 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


21/10/2010 Morta Ari Up

tAXI dRIVER consiglia

Slits - CutSlits
Cut
Television - Marquee MoonTelevision
Marquee Moon
Pop Group - YPop Group
Y