Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Room On Fire - Strokes, The (RCA)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Strokes, The - Room On Fire
Voto:
Anno: 2003
Produzione:
Genere: rock / alternative /
Scheda autore: Strokes, The



E' tornato il gruppo più chiacchierato degli ultimi anni. E cosa tira fuori? Ovviamente un disco uguale all'esordio. Il che è un bene in quanto "Is This It?" è uno dei più riusciti degli ultimi anni. In quel senso, le critiche, possono essere rinviate al prossimo disco. Cementare il proprio sound non ha mai nociuto a nessuno. Andatelo a dire ai Ramones. E se le canzoni funzionano siamo tutti contenti. Eccome se funzionano. Sono orecchiabili, ruffiane, grezze e non durano un secondo in più di quello che devono durare. Concisione. Ascoltate il primo singolo e non dite che non è il perfetto pezzo pop/rock. Dura due minuti e 26 secondi e riassume un'enciclopedia del rock. O "Between Love And Hate", misto tra Clash, Television e Lou Reed. L'unico difetto degli Strokes è di non essere allo stesso livello dei maestri e patire questa sindrome d'inferiorità. Noi ce li ascoltiamo, magari fra qualche anno ci accorgeremo del contrario! Anche perchè sicuramente avranno venduto l'anima al diavolo per essere così cool e così bravi. Menti illuminate (nel primo disco usano più o meno 4 accordi!) o ottimi calcolatori? Propendo per la prima ipotesi con una buona dose di calcolo. L'unico rammarico è che i giri di basso erano più belli in "Is This It?"!! Ma hanno tempo di crescere e, alla peggio, ci regaleranno qualche altra mezzora di divertimento!

Canzoni Significative: 12:51, Between Love And Hate

[Dale P.]

Questa recensione é stata letta 3123 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Strokes, The - First Impression On EarthStrokes, The
First Impression On Earth
Strokes, The - Is This ItStrokes, The
Is This It

tAXI dRIVER consiglia

Rage Against The Machine - RenegadesRage Against The Machine
Renegades
Nine Inch Nails - With TeethNine Inch Nails
With Teeth
Libertines, The - The LibertinesLibertines, The
The Libertines
Quinto Stato - Quinto StatoQuinto Stato
Quinto Stato
Estra - A Conficcarsi in Carne DEstra
A Conficcarsi in Carne D'Amore
Martin Grech - March Of The LonelyMartin Grech
March Of The Lonely
Saul Williams - The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardustSaul Williams
The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardust
Queens Of The Stone Age - Lullabies To ParalyzeQueens Of The Stone Age
Lullabies To Paralyze
Sleater Kinney - The WoodsSleater Kinney
The Woods
Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard