´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Test Switch Isolator - Let's Dance (Casket)

Ultime recensioni

Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade
Dead Cross - IIDead Cross
II
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Caustic Casanova - Glass Enclosed Nerve CenterCaustic Casanova
Glass Enclosed Nerve Center
The Lovecraft Sextet - MiserereThe Lovecraft Sextet
Miserere
Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut

Test Switch Isolator - Let's Dance
Autore: Test Switch Isolator
Titolo: Let's Dance
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / progressive / post-hardcore

Voto:

MP3: 4th Tash
Jazzy Jeff Owes Me Forty Quid
This Rat Spawn Went To Market


Se non son pazzi non li vogliamo! Questa potrebbe essere il riassunto dell'ascolto di "Let's Dance", primo album degli inglesi Test Switch Isolator.

GiÓ il titolo promette una musica ben diversa dalla serietÓ tipica del genere (ormai definibile "non genere" in quanto potrebbe essere tutto o niente). Post-tutto? Certamente un frullatore di suoni e idee, spesso buttate a caso senza un'apparente logica. Quel che stupisce Ŕ la grande apertura mentale della band: passare con facilitÓ da brani dall'impatto quasi brutal a pezzacci emo-core per finire con del rock'n'roll di ispirazione wave non Ŕ certo roba da tutti. In 25 minuti (questa la durata del CD!) si ascolta veramente di tutto, prendendo come base di partenza idee mai banali e suonate con capacitÓ e gusto.

Una band assolutamente senza personalitÓ e proprio per questo dotata di grande personalitÓ! Una contraddizione? Dopo aver ascoltato "Let's Dance" sarete d'accordo su questa affermazione. Chi suona cosý oggigiorno? Chi mescola Dillinger Escape Plan, Sunny Day Real Estate, Black Flag, Sikth, death metal, hiphop, brutal, postcore e chi ne ha pi¨ ne metta con tale semplicitÓ e naturalezza? Certo, sono una band di cretini assolutamente consapevoli di esserlo. E per questo ci piacciono ancora di pi¨.

Non averlo sarebbe un delitto per la vostra sanitÓ mentale.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione Ú stata letta 3988 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Ephel Duath - Pain Necessary To KnowEphel Duath
Pain Necessary To Know
Dreadnought - EmergenceDreadnought
Emergence
Intronaut - Null EPIntronaut
Null EP
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Coprofago - Unorthodox Creative CriteriaCoprofago
Unorthodox Creative Criteria
Mastodon - Hushed And GrimMastodon
Hushed And Grim
Cynic - FocusCynic
Focus
Meshuggah - Catch 33Meshuggah
Catch 33
Dvne - Etemen ĂnkaDvne
Etemen Ănka
Intronaut - VoidIntronaut
Void