Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Let's Dance - Test Switch Isolator (Casket)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Test Switch Isolator - Let's Dance
Voto:
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / progressive / post-hardcore
Scheda autore: Test Switch Isolator

MP3: 4th Tash
Jazzy Jeff Owes Me Forty Quid
This Rat Spawn Went To Market


Se non son pazzi non li vogliamo! Questa potrebbe essere il riassunto dell'ascolto di "Let's Dance", primo album degli inglesi Test Switch Isolator.

Già il titolo promette una musica ben diversa dalla serietà tipica del genere (ormai definibile "non genere" in quanto potrebbe essere tutto o niente). Post-tutto? Certamente un frullatore di suoni e idee, spesso buttate a caso senza un'apparente logica. Quel che stupisce è la grande apertura mentale della band: passare con facilità da brani dall'impatto quasi brutal a pezzacci emo-core per finire con del rock'n'roll di ispirazione wave non è certo roba da tutti. In 25 minuti (questa la durata del CD!) si ascolta veramente di tutto, prendendo come base di partenza idee mai banali e suonate con capacità e gusto.

Una band assolutamente senza personalità e proprio per questo dotata di grande personalità! Una contraddizione? Dopo aver ascoltato "Let's Dance" sarete d'accordo su questa affermazione. Chi suona così oggigiorno? Chi mescola Dillinger Escape Plan, Sunny Day Real Estate, Black Flag, Sikth, death metal, hiphop, brutal, postcore e chi ne ha più ne metta con tale semplicità e naturalezza? Certo, sono una band di cretini assolutamente consapevoli di esserlo. E per questo ci piacciono ancora di più.

Non averlo sarebbe un delitto per la vostra sanità mentale.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 3790 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Hull - Beyond The Lightless SkyHull
Beyond The Lightless Sky
Meshuggah - ChaosphereMeshuggah
Chaosphere
Opeth - HeritageOpeth
Heritage
Dysrhythmia - Terminal TresholdDysrhythmia
Terminal Treshold
Coprofago - Unorthodox Creative CriteriaCoprofago
Unorthodox Creative Criteria
Blood Incantation - Hidden History Of Human RaceBlood Incantation
Hidden History Of Human Race
Death - Individual Thought PatternsDeath
Individual Thought Patterns
Meshuggah - ObzenMeshuggah
Obzen
Intronaut - Null EPIntronaut
Null EP
Behold...The Arctopus - Nano-Nucleonic Cyborg SummoningBehold...The Arctopus
Nano-Nucleonic Cyborg Summoning