Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Three - The Necks (Fish Of Milk)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

The Necks - Three
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2020
Produzione: The Necks
Genere: jazz / experimental /



"Three" è il ventunesimo disco per gli australiani The Necks. Il trio più punk fra quelli che suonano jazz in questo 2020 ha pubblicato "Drift", collaborazione con il duo elettronico Underworld, mentre l'anno scorso aiutò a dare corpo a "Leaving Meaning" degli Swans. Se non li conoscete avrete capito da soli che parliamo di un gruppo impossibile da incasellare in un genere, onnivori, curiosi e competenti. "Three" (dalla quantità delle composizioni contenute) non fa eccezione. L'album parte con una batteria impazzita tribaleggiante quasi alla "Hella", un contrabbasso che inserisce poche note e una sequenza di accordi di pianoforte. Durata: 21 minuti. Tutti così. Alla faccia di Michael Gira e dei suoi loop senza scampo. "Lovelock" è, al contrario, un brano ambient-dark-jazz fatto di poche note e rumori di sottofondo, un po' Bohren & Der Club Of Gore. Durata? 22 minuti. Sedetevi, rilassatevi, fatevi una tisana o fumatevi un sigaro. Tempo ne avete. Il brano è dedicato all'omonimo cantante della punk band australiana The Celibate Rifles e deceduto nel 2019. "Further" è forse il brano più masticabile sebbene il tema sia su un tempo dispari. Altri 21 minuti che vi culleranno lasciandovi un senso di strano distacco dalla realtà.

[Dale P.]

Canzoni significative: Lovelock, Further.


Questa recensione é stata letta 34 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

The Necks - ThreeThe Necks
Three