Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  stoner post-metal post-hardcore metal grunge [ rock ] alternative

Powder Burns - Twilight Singers (One Little Indian)


Twilight Singers - Powder Burns
rock / alternative /

Voto:
Voto utenti (228):

Produzione:
Anno: 2006

Scheda autore: Twilight Singers



Tornano Greg Dulli e le sue storie di sesso, passione, alcol e quartieri malfamati. I suoi Twilight singers si ripropongono nel loro stile più classico, abbandonate momentaneamente collaborazioni, ospiti e cover varie. Ma neanche stavolta potremo gridare al capolavoro. I pezzi ci sono, eccome, struggenti al limite del melenso, contaminati come sempre dal soul, dal funk, dalla musica italiana. E lui pure, con la sua voce da intenso e pungente Gentleman metropolitano (impossibile evitare questi luoghi comuni, il personaggio vuole a tutti i costi apparire tale e la cosa riesce bene). Tutto ok, dunque. Una collezione di buone, ottime songs, come 'Underneath the waves', o 'Bonnie brae', ottimamente progettate e interpretate. La commovente titletrack ha tutte le coordinate per competere con 'Be sweet' o 'Conjure me'.

E invece no, qualcosa non va proprio. Da subito.

La produzione è a dir poco scadente e confusa, e fa sembrare 'Blackberry belle', il precedente lavoro (già criticato per questo motivo), un capolavoro di ingegneria del suono. Capiamoci: ci sono ottimi dischi lo-fi in circolazione, ma il progetto in questione necessita di una cristallina, doverosa perizia sonora. Chitarre, basso, batteria (a volte elettronica), fiati, pianoforte, archi, voci e cori tutto in simultanea non li fai a casa con Cubase. E poi i dischi degli Afghan whigs, anche i primi, ci avevano abituato ad un buon sound. Sia maledetto l'inventore dei compressori! Ad aggravare la situazione un sovrarrangiamento generale, soprattutto laddove la musica si fa più spessa e ritmata: ci sono momenti in cui non si capisce cosa fanno le chitarre... Insomma, è difficile stabilire la vera causa del mancato decollo di questi undici bei pezzi: un cattivo studio di registrazione o un eccesso di rifinitura?

Se queste vi sono sembrate chiacchiere inutili, aggiungete pure un punto e mezzo. Io purtroppo ho quel pizzico di amaro in bocca che guasta le cose più raffinate.

[Morgan]

Canzoni significative: There's been an accident, Underneath the waves, Powder burns

Vota Questo Disco:
Condividi


Questa recensione é stata letta 3171 volte!


Altre Recensioni

Twilight Singers - Black Is the Color of My True LoveTwilight Singers
Black Is the Color of My True Love's Hair
Twilight Singers - Blackberry BellTwilight Singers
Blackberry Bell

NEWS


22/02/2006 Nuovo Album a Maggio

tAXI dRIVER consiglia

Lingua - All My Rivals Are Imaginary GhostLingua
All My Rivals Are Imaginary Ghost
Afghan Whigs - Unbreakable A RetrospectiveAfghan Whigs
Unbreakable A Retrospective
Burning Brides - Glass Slipper EPBurning Brides
Glass Slipper EP
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Carusella - CarusellaCarusella
Carusella