Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Opus Alter - Ufomammut (Neurot)

Ultime recensioni

Shame - Drunk Tank PinkShame
Drunk Tank Pink
Worn - Human WorkWorn
Human Work
My Morning Jacket - Waterfall IIMy Morning Jacket
Waterfall II
Uada - DjinnUada
Djinn
John Carpenter - Lost Themes IIIJohn Carpenter
Lost Themes III
Constance Tomb - MCMLXXXVIIIConstance Tomb
MCMLXXXVIII
Black Country, New Road - For the First TimeBlack Country, New Road
For the First Time
Originalii - PendulumOriginalii
Pendulum
Divide And Dissolve - Gas LitDivide And Dissolve
Gas Lit
Portrayal Of Guilt - We Are Always AlonePortrayal Of Guilt
We Are Always Alone
Zola Mennanöh - Longing for BelongingZola Mennanöh
Longing for Belonging
Molassess - Through The HollowMolassess
Through The Hollow
Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough
Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality

Ufomammut - Opus Alter
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Neurot
Anno: 2012
Produzione: Lorenzo Stecconi
Genere: metal / sludge / doom
Scheda autore: Ufomammut


Compra Ufomammut su Taxi Driver Store


Dopo la prima uscita che ha visto la luce la scorsa primavera ecco puntuale arrivare la seconda parte di "Oro" dei piemontesi Ufomammut, diventati ormai da tempo un'icona del doom europeo e recentemente passati sotto l'egida della Neurot di Steve Von Till.

Se "Opus Primum" ci aveva colpito per la complessita' dei brani, "Opus Alter" dimostra invece di badare al risultato finale. E' l'involucro nel suo complesso che viene ricercato evitando cosi' ad una canzone di prendere il sopravvento sull'altra. Unica eccezione per il brano d'apertura "Oroborus", un incubo post "sleepiano", candidato seriamente a pezzo stoner dell'anno.

Sia chiaro, le sottigliezze vanno individuate strada facendo e dopo accurati ascolti, perche' poi in definitiva i due lavori sono comunque collegati da un cordone ombelicale che li tiene in contatto fra loro.

Cinque brani che, mediante traiettorie astrali, raggiungono orbite celesti dove psichedelic sludge, post metal, post rock e doom si intersecano creando un tappeto sonoro compatto, greve e granitico seguendo un copione ben definito. Probabilmente in questa occasione non si sono neppure sforzati troppo nel creare qualcosa di particolarmente rilevante, ma quello che riescono a fare e' superlativo.

Quindi poco altro da aggiungere se non che il disco e' piuttosto breve (tenuto conto del loro consueto minutaggio), diretto, essenziale. Se avete gradito il precedente non vi resta che fare l'accoppiata.

[Cristiano Roversi]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 2733 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Ufomammut - EveUfomammut
Eve

Live Reports

25/02/2006GenovaMadeleine
20/07/2011TorinoSpaziale Festival

NEWS


03/09/2014 DVD per i Quindici Anni di Attivita'
01/02/2012 Copertina e Tracklist di Opus Primum
07/12/2011 Nuovo Disco Pronto
08/09/2011 Firmano Per Neurot
10/02/2011 Su Neurot?

tAXI dRIVER consiglia

Floor - DoveFloor
Dove
Rwake - RestRwake
Rest
Iron Monkey - Iron Monkey Our Problem BoxIron Monkey
Iron Monkey Our Problem Box
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Lair Of The Minotaur - War Metal Battle MasterLair Of The Minotaur
War Metal Battle Master
Torche - AdmissionTorche
Admission
Down - III - Over The UnderDown
III - Over The Under
Keelhaul - Triumphant Return To ObscurityKeelhaul
Triumphant Return To Obscurity
Possessor - Damn The LightPossessor
Damn The Light
Fight Amp - Hungry For NothingFight Amp
Hungry For Nothing