Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Shadows Of The Sun - Ulver (Jester Records)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Ulver - Shadows Of The Sun
Voto:
Anno: 2007
Produzione:
Genere: metal / black metal / elettronica



“Shadows Of The Sun” è un mare di tristezza infinito, un'enorme distesa di lacrime che ondeggiano lente, accarezzate da una gelida brezza che trafigge il cuore e lo cristallizza. Gli archi in ingente quantità sospingono le melodie sussurrate e si aprono verso dolenti tramonti, come simboleggia la mestizia di “Eos”, con uno struggente Garm a salmodiare negli ultimi istanti. Si viaggia nel buio e la quasi assenza di appigli percussivi (presenti solo nella meravigliosa title-track in “Let The Children Go” - immersa in una fumosa atmosfera noir - ed in “Al The Love”) ci induce a sondare con mano l'ambiente circostante alla ricerca del sentiero giusto. La tinta di “Shadows Of The Sun” è ovviamente nera e fortemente unitaria e alla resa dei conti tale compattezza potrebbe farlo intendere come un'unica sinfonia di circa quaranta minuti. L'elettronica è stata letteralmente accantonata e solo qualche eco nell'incipit di “Vigil” ci rammenta i grigiori sintetici del masterpiece “Perdition City”, donando così maggior vigore alla costa più cinematografica e descrittiva della concezione musicale ulveriana, e vessillo di ciò è la finale “What Happened Here?”, che stilla lacrime direttamente dal cuore. La voce di Garm delinea temi melodici di non facile presa che accrescono il proprio valore solo dopo reiterate osservazioni, segno che la ricercatezza è rimasta uno dei punti di forza del trio norvegese. Perfettamente equiparata al resto è l'interpretazione di “Solitude”, piccolo gioiello di intimità sabbathiana che il tempo non ha affatto intaccato nella sua geniale attualità formale. Gli Ulver, pur spiazzando con un album come questo, tutt'altro che facile e prevedibile nelle coordinate stilistiche, continuano a non sbagliare un colpo. Proprio per questo sono già un classico.

[Marco Giarratana]

Canzoni Significative: Eos; Solitude; Vigil; Like Music.

Questa recensione é stata letta 3942 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Ulver - Wars Of The RosesUlver
Wars Of The Roses

Live Reports

12/11/2011ParmaTeatro Regio
12/04/2012TilburgRoadburn 2012 Day 1

NEWS


02/10/2014 I Dettagli del Cofanetto Retrospettivo
12/02/2011 Ascolta February MMX
30/11/2010 Nuovo Album nel 2011

tAXI dRIVER consiglia

Liturgy - AesthethicaLiturgy
Aesthethica
Ettrick - Sudden Arrhythmic DeathEttrick
Sudden Arrhythmic Death
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Shining - Black JazzShining
Black Jazz
Ulver - Shadows Of The SunUlver
Shadows Of The Sun
Mizmor - CairnMizmor
Cairn
Deathspell Omega - ParacletusDeathspell Omega
Paracletus
Altar Of Plagues - MammalAltar Of Plagues
Mammal
Triptykon - Eparistera DaimonesTriptykon
Eparistera Daimones