Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Electrocution - Unearthly Trance (Relapse)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Unearthly Trance - Electrocution
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2008
Produzione: Sanford Parker
Genere: metal / doom / psych
Scheda autore: Unearthly Trance


Compra Unearthly Trance su Taxi Driver Store


Aperta una breccia nella cortina della loro intransigenza doom col precedente "The Trident", gli Unearthly Trance perseverano nel rielaborare le forme espressive dello sludge-core in qualcosa che continua a mutare pelle.

Cambiano i modi ma il fine è sempre lo stesso, ovvero far ribollire il fango a suon di bordate sonore e testi dallo spiccato afflato esoterico ed anti-religioso. Ryan Lipynsky e compagnia malefica sono diventati più duri e metallari che in passato: tra le maglie di "Electrocution" sbucano assoli ("Burn You Insane") e addirittura impensabili (se rammentassimo per un secondo i passati ultra-lenti dei primi due full-length) blast-beat death metal in "Dust Will Never Settle".

Il sound è grasso e carnale ed il riffage rilegge chiaramente gli intramontabili paradigmi dei Black Sabbath. Gli Unearthly Trance sono come dei cingolati che si abbattono su un'inerme distesa di alberi, delle scosse telluriche come dei Motorhead inzuppati di sludge ("Diseased", "Chaos Star") o dei Melvins ancora più cupi ("God Is A Beast", "Scum Is In Orbit") o dei Neurosis d'oltretomba (la lunga ed asfissiante "Distant Roads Overgrown").

I brani sono parecchio articolati e complessi ed in essi sono accorpate diverse intuizioni che non fanno altro che ampliare il discorso. La voce di Lipynsky si è fatta più duttile ed ai latrati si sono affiancate linee vocali più intelligibili e modulate, pur permanendo su registri "scorticati".

Insomma, gli Unearthly Trance ce ne hanno combinata un'altra delle loro con un album di tutto rispetto che sa come e quando colpire a fondo per lasciare indelebili ferite. Non siamo ai livelli di "The Trident" - a parere di chi scrive attualmente il vertice creativo del trio di Brooklyn - ma di certo "Electrocution" è la prova finale del fatto che oramai con questi tre brutti ceffi bisogna necessariamente fare i conti.

[Marco Giarratana]

Canzoni significative: Chaos Star; God Is A Beast; Distant Roads Overgrown; Dust Will Never Settle.


Questa recensione é stata letta 2756 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Ascolta Il Disco




Altre Recensioni

Unearthly Trance - The TridentUnearthly Trance
The Trident
Unearthly Trance - VUnearthly Trance
V

NEWS


06/07/2012 Sciolti

tAXI dRIVER consiglia

Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Blood Ceremony - The Eldritch DarkBlood Ceremony
The Eldritch Dark
Jex Thoth - Jex ThothJex Thoth
Jex Thoth
The DevilThe Devil's Blood
The Thousandfold Epicentre
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Cough - Ritual AbuseCough
Ritual Abuse
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Salome - TerminalSalome
Terminal
Middian - Age EternalMiddian
Age Eternal