´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Unearthly Trance - The Trident (Relapse)

Ultime recensioni

Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null

Unearthly Trance - The Trident
Autore: Unearthly Trance
Titolo: The Trident
Etichetta: Relapse
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / sludge / post-hardcore

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:


MP3: Permanent Ice

Compra Unearthly Trance su Taxi Driver Store


Siamo in tanti a sbrodolare per un nuovo disco dei Melvins. La situazione Ŕ paradossale dato che fino a qualche anno fauscivano a iosa e nessuno se li filava. Addirittura ora si finiscono per comprare dischi che ce li possano ricordare. Ed Ŕ incredibile anche che qualcuno si ispiri a loro.

Per fortuna le cose cambiano. Fosse per il sottoscritto i Melvins sarebbero a comandare il mondo. Una bella dittatura a base di King Buzzo farebbe bene a tanta gente. Manderebbe nei lager fighetti e truzzetti, oppure sarebbe talmente stonato da lasciare il mondo nella completa anarchia. Non prima di averci sommerso con i feedback della sua fedele Gibson.

Fra i ministri del governo Melvins ci vedrei bene questi Unheartly Trance, terzetto di disperati senza tetto e senza dio che si divertono a martoriare strumenti a modo loro. Ovvero come il Re gli ha insegnato: tempi lenti, riff mammuth, voce malata, e un batterista che ha studiato solo ed esclusivamente i pattern di Dale Crover (perchŔ serve qualcos'altro?).

Il disco (che ne segue di belli precedentemente editi da Rise Above e da altre zozze label) si apre come ci si aspetterebbe da un disco dei Melvins (avete presente Houdini?): rumori e batteria pestona.

Ma ben presto capirete che di non soli Melvins sono fatti gli Unheartly Trance, ma anche di tanto stoner, sludge, postcore (che Ŕ un po' come dire che l'uomo moderno non solo discende dalle scimmie ma anche dall'uomo di neanderthal con una spruzzata di antichi romani e babilonesi).

Avete capito: se amate i Melvins fiondatevi a comprarlo, altrimenti fiondatevi gi¨ da un burrone...

[Dale P.]

Canzoni significative: Permanent Ice, Wake Up And Smell The Corpses, Firebrand.


Questa recensione Ú stata letta 3579 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Unearthly Trance - ElectrocutionUnearthly Trance
Electrocution
Unearthly Trance - VUnearthly Trance
V

NEWS


06/07/2012 Sciolti

tAXI dRIVER consiglia

Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Big Brave - VitalBig Brave
Vital
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Mares Of Thrace - The ExileMares Of Thrace
The Exile
Mizmor - & Thou - MyopiaMizmor
& Thou - Myopia
Bongripper - Satan Worshipping DoomBongripper
Satan Worshipping Doom
Rainbow Grave - No YouRainbow Grave
No You
Baroness - Blue RecordBaroness
Blue Record
Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Pyrithe - Monuments to ImpermanencePyrithe
Monuments to Impermanence