Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The Carnage (Thrill Jockey)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The Carnage
Autore: Wrekmeister Harmonies
Titolo: We Love To Look At The Carnage
Etichetta: Thrill Jockey
Anno: 2020
Produzione: Martin Bisi
Genere: rock / experimental / noise

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Wrekmeister Harmonies è un progetto aperto che ruota intorno alle figure di Esther Shaw e J.R. Robinson che di volta in volta si circondano di figure particolari, un po' come gli Swans di Michael Gira. E proprio dagli Swans recuperano Thor Harris, che fu anche collaboratore di Xiu Xiu di Jamie Stewart che non a caso completa il quadretto dei musicisti ospiti. Al banco di regia torna Martin Bisi. La label è sempre la Thrill Jockey.

Gli elementi per capire il disco li abbiamo tutti: folk oscuro (diremmo quasi apocalittico) che flirta con il post rock (i 10 minuti in crescendo di "The Rat Catcher") elettronica dark e tanta enfasi.

Suoni strazianti, incedere pachidermico, brani che girano senza un centro nevralgico e un diffuso pessimismo fanno di "We Love To Look At The Carnage" un disco che definiremmo di "genere". Ovvero che può piacere solo ad un certo tipo di pubblico in grado di ascoltarlo con il giusto approccio.

Adoratori di Nick Cave, Swans e XiuXiu non dovrebbero perderlo per nulla al mondo.

[Dale P.]

Canzoni significative: Still Life With Prick Cancer, The Rat Catcher.


Questa recensione é stata letta 283 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Keeley Forsyth - LimbsKeeley Forsyth
Limbs
Swans - Leaving MeaningSwans
Leaving Meaning
Lingua Ignota - Sinner Get ReadyLingua Ignota
Sinner Get Ready
Alexis Marshall - House Of Lull. House Of WhenAlexis Marshall
House Of Lull. House Of When
Helium Horse Fly - HollowedHelium Horse Fly
Hollowed
Lingua Ignota - CaligulaLingua Ignota
Caligula
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage