Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Dead Sara - It Ain't Tragic (Warner)

Ultime recensioni

Crypt Sermon - The Stygian RoseCrypt Sermon
The Stygian Rose
Shooting Daggers - Love & RageShooting Daggers
Love & Rage
Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow

Dead Sara - It Ain't Tragic
Autore: Dead Sara
Titolo: It Ain't Tragic
Anno: 2021
Produzione: Noah Shain, Sean Friday
Genere: rock / alternative / pop

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Dead Sara sono un'eterna promessa non mantenuta. In ogni disco riescono a piazzare singoli trascinanti e potenti ma non abbastanza da fare breccia nel pubblico rock generalista. Quello che ama Foo Fighters, Greta Van Fleet, Red Hot Chili Peppers, Muse, Green Day per capirci. Proprio per questo chi li segue dagli esordi se li continua a coccolare sperando non troppo velatamente che rimangano sempre in uno status di culto, sebbene non proprio underground.

Capitanate dall'ottima cantante Emily Armstrong e dalla grintosa chitarrista Siouxsie Medley arrivano finalmente al terzo disco dopo 6 anni di silenzio interrotti da una manciata di EP. Che dire? "Ain't It Tragic" non è nè un capolavoro, nè un disastro sonoro. Le canzoni ci sono ma la qualità generale si è decisamente abbassata. Non c'è un brano gigantesco come "Weatherman" ma tante buone canzoni (in questo caso 11). Dead Sara cercano più il refrain che il ritornello, pasticciano un po' con gli arrangiamenti e forzano un po' troppo la produzione.

Idee non ce ne sono ma è comunque un piacere ascoltare la voce di Emily, sebbene spesso sia troppo sopra le righe. I fan ascolteranno cercando il buono e lo troveranno dopo qualche ascolto, chi non le conosce non verrà colpito granchè. Peccato.

[Dale P.]

Canzoni significative: Hands Up, Good Times.

Questa recensione é stata letta 439 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Fiub - Brown StripesFiub
Brown Stripes
Margaritas Podridas - Margaritas PodridasMargaritas Podridas
Margaritas Podridas
(P)itch - Velluto(P)itch
Velluto
Rollins Band - Get Some Go AgainRollins Band
Get Some Go Again
Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard
Lecrevisse - Le Piccole Foglie EPLecrevisse
Le Piccole Foglie EP
Screaming Females - Desire PathwayScreaming Females
Desire Pathway
Mondo Generator - A Drug Problem That Never ExistedMondo Generator
A Drug Problem That Never Existed
Lingua - All My Rivals Are Imaginary GhostLingua
All My Rivals Are Imaginary Ghost
Failure - Wild Type DroidFailure
Wild Type Droid