Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Judgment Night - AA.VV. (Immortal)

Ultime recensioni

Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code
Poppy - I DisagreePoppy
I Disagree
Body Hound - No MoonBody Hound
No Moon
Girl Band - The TalkiesGirl Band
The Talkies
Baby Shakes - Cause A SceneBaby Shakes
Cause A Scene
Coilguns - WatchwindersCoilguns
Watchwinders
King Gizzard & The Lizard Wizard - Infest The RatsKing Gizzard & The Lizard Wizard
Infest The Rats' Nest
The Austerity Program - Bible Songs 1The Austerity Program
Bible Songs 1

AA.VV. - Judgment Night
Voto:
Anno: 1993
Produzione:
Genere: rock / alternative / crossover



Judgment Night è la colonna sonora di un onesto filmetto sulle differenze razziali interpretato da Emilio Estevez e Cuba Gooding Jr. (qui in Italia tradotto a caso come "Cuba Libre"). Il film è poco importante. Realmente fondamentale, stranamente, è la colonna sonora. Era il 1993 e la parola crossover iniziava a divenire di dominio pubblico. Aerosmith e Run D.M.C. avevano già collaborato con grandissimo successo e band come Living Colour, Faith No More e Red Hot Chili Peppers stavano spianando la strada alla contaminazione fra musica bianca e musica nera. Il classico uovo di colombo: prendiamo un gruppo "alternativo", mettiamolo in studio con un rapper e vediamo cosa succede. Successe che cambiò il mondo! Prendete la prima traccia: "Just Another Victim" a firma Helmet & House Of Pain. Qui dentro c'è la chiave di tutta la musica che verrà dopo. Certo, il risultato è un pochino datato e non esattamente a fuoco, in fondo le due anime rimangono sempre piuttosto divise ma cosa sarebbero i Limp Bizkit senza questa canzone? Le cose migliori, secondo me, vengono dai Living Colour con i Run D.M.C., gli Slayer con Ice-t e i Faith No More con Boo-Yaa T.R.I.B.E.. Da segnalare la presenza di Sonic Youth (con Cypress Hill), Dinosaur Jr (e Del Funky Homosapien), Pearl Jam (di nuovo Cypress Hill), Mudhoney (e Sir Mix A Lot). Quindi non solo heavy metal ma la crema dell'alternative rock del momento. Un momento estremamente vitale per entrambe le scene e debitamente documentato. Ascoltarlo potrebbe farvi capire molte cose e scoprirne un sacco di curiose.

[Dale P.]

Questa recensione é stata letta 5050 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Meganoidi - Outside The Loop Stupendo SensationMeganoidi
Outside The Loop Stupendo Sensation
Chelsea Wolfe - ApokalypsisChelsea Wolfe
Apokalypsis
Tomahawk - Mit GasTomahawk
Mit Gas
Queens Of The Stone Age - Songs For The DeafQueens Of The Stone Age
Songs For The Deaf
Danko Jones - We Sweat BloodDanko Jones
We Sweat Blood
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Stone Gossard - BayleafStone Gossard
Bayleaf
 Afterhours
Siam Tre Piccoli Porcellin
Queens Of The Stone Age - Lullabies To ParalyzeQueens Of The Stone Age
Lullabies To Paralyze
TV On The Radio - Return To Cookie MountainTV On The Radio
Return To Cookie Mountain