Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Siam Tre Piccoli Porcellin - Afterhours (Mescal)

Ultime recensioni

Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn
Mudhoney - Pedazo De PastelMudhoney
Pedazo De Pastel
Spirit Adrift - Divided By DarknessSpirit Adrift
Divided By Darkness
Jinjer - MacroJinjer
Macro
SeeYouSpaceCowboy - The Correlation Between Entrance And Exit WoundsSeeYouSpaceCowboy
The Correlation Between Entrance And Exit Wounds

Afterhours - Siam Tre Piccoli Porcellin
Voto:
Etichetta: Mescal
Anno: 2001
Produzione:
Genere: rock / alternative /
Scheda autore: Afterhours



L'importanza degli Afterhours nell'economia del rock italiano è indubbia. Senza di loro non sarebbero mai venuti fuori tanti gruppi che ora godono il rispetto del pubblico e della critica. (Devo ricordare che Manuel ha prodotto e scoperto gente come Cristina Donà, La Crus, Persiana Jones, Africa Unite, Pitch, Prozac +, Massimo Volume, Casino Royale, Sottotono, Mau Mau, Ritmo Tribale, Voci Atroci e tanti altri?) I loro concerti sono senza dubbio uno dei migliori live-act della penisola. Dopo 3 dischi in italiano è venuta l'ora della consacrazione. I brani presenti nel cd sono infatti i migliori episodi del gruppo (anche se manca Pop) raccolti durante l'ultimo tour dell'anno scorso. Le date scelte sono quelle di Torino, Verona, Milano, Genova, Rimini, Roma, Firenze e Modena per il cd elettrico e Civitanova per quello acustico. Cosa dire? Questo cd è irrinunciabile per chiunque e ora andiamo vederne il perchè. Innanzitutto la scaletta è fantastica. "Germi" e "Siete Proprio Dei Pulcini" colpiscono come pochi. Cattiveria, sarcasmo e potenza racchiusi in due grandissime canzoni. "Rapace" è sempre bella in qualunque versione si possa sentire e anche ascoltandola miliardi di volte non perde niente del suo fascino iniziale. "Male Di Miele" è bellissima e si sente tutto il trasporto del pubblico e il lavoro nascosto di Xabier (l'uso della chitarra farebbe invidia a Thurston Moore!). Che dire de "L'Estate"? J Mascis vorrebbe aver scritto una canzone così! E poi dal vivo ve la ricordate? Quando Manuel e Xavier si cacciano per terra a manipolare gli effetti??? E l'incidere di "Non si esce vivi dagli anni 80"? Una canzone manifesto che ci fa dimenticare che Manuel e soci sono usciti vivi da quegli anni. Mi ricordo ancora il casino assordante durante il ritornello della canzone. Tutti a cantare e nessun a capire niente di quello che succedeva! Ascoltando il cd vivrete quei momenti alla perfezione. A metà disco arriva "Simbiosi". Un po' di psichedelia, un po' di poesia, calma totale. Per la prima volta si sentono gli archi (presenti sul palco). Poi un crescendo che ricorda tanto la coda di Present Tense dei Pearl Jam. Verso la fine la chitarra riesce a farti toccare il cielo e poi ti risbatte per terra. Nel giro di un attimo. Poi Emidio Clementi (Massimo Volume) recita alcune frasi. Traspordando il tutto in un complesso altamente evocativo. Tredici minuti. Imperdibili. Poi il vero inno generazionale. "Sui giovani d'oggi ci scatarro su". Registrato indovinate dove? Al Leoncavallo! Questo è punk, questa è arte! Husker Du, Replacements, Black Flag, Minutemen, Dinosaur Jr, Sonic Youth tutti racchiusi in una breve canzone. Tutto il catalogo SST è qua! Volete riposarvi? Non è ancora il momento. Tocca a "Dea". I Nirvana di Bleach, i Tad, i Green River. La preistoria del Grunge. Il punk americano degli anni 80. Perchè Jack Endino o Steve Albini non hanno mai prodotto gli Afterhours?? "L'inutilità della puntualità" colpisce per il particolare cantato e per il rumorosissimo finale. "Lasciami leccare l'adrenalina" mi fa rivivere uno dei momenti più belli del concerto al Goa Boa. Ascoltatela. Si commenta da sola. E ricordatevi che Manuel l'ha scritta con Alessandra Gismondi dei Pitch (a tutt'ora il secondo miglior gruppo italiano).Dopo "Questo Pazzo Mondo Di Tasse" ecco arrivare due dei migliori pezzi firmati Agnelli: Ossigeno e Dentro Marilyn.Nessun commento. Probabilmente le due migliori canzoni mai scritte in Italia. Il finale è ovviamente per "Cose Semplici e Banali" che i Marlene Kuntz hanno cercato di rifare nel'ultimo disco intitolandola "Grazie" con risultati pietosi. Sorpresona per il vero finale del CD. Un regalo da parte del gruppo: "La Sinfonia Dei Topi". Da ascoltare. Purtroppo mancano oltre a "Pop" anche "Posso avere il tuo deserto" (che dal vivo vedeva Manuel agitare la chitarra impazzito gridando "Razionalità, Razionalità!") e "La Verità Che Ricordavo" forse la migliore canzone dal vivo (presente però già nel retro dell'omonimo singolo). E ora passiamo al secondo CD. L'unplugged. Sappiate che sarà compreso solo nella prima tiratura del disco. Naturalmente è molto più tranquillo rispetto alla controparte elettrica, ma, ovviamente, di valore emotivo più alto. I brani sono tutti indimenticabili e non c'è quel brano in particolare da evidenziare. Se fosse uscito come disco sarebbe stato lo stesso imperdibile. Una cosa ve la segnalo: State Trooper di Bruce Springsteen. Dal disco capolavoro del Boss: Nebraska. Terminando: un disco irrinunciabile per chiunque. Registrato alla grande, suonato divinamente, cantato in modo fantastico e con un'energia unica. Gli Afterhours non sbagliano un colpo.

Ci vediamo il 12 Aprile a Genova.

[Dale P.]

Canzoni significative: Tutte

Questa recensione é stata letta 7459 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Afterhours - Ballate Per Piccole IeneAfterhours
Ballate Per Piccole Iene
Afterhours - Gioia E RivoluzioneAfterhours
Gioia E Rivoluzione
Afterhours - I Milanesi Ammazzano Il SabatoAfterhours
I Milanesi Ammazzano Il Sabato
 Afterhours
La Gente Sta Male
Afterhours - Quello Che Non CAfterhours
Quello Che Non C'è

Live Reports

16/09/2004GenovaTora Tora!
07/06/2003Nizza MonferratoTora Tora! 2003
17/03/2001MilanoLeoncavallo
13/04/2002MilanoLeoncavallo
09/07/2005GenovaGoa Boa 2005
24/02/2006CortemaggioreFillmore

NEWS


07/05/2006 Partono Per Gli States
22/01/2006 Andrea Viti Lascia
02/08/2005 Con Dulli E Lanegan

tAXI dRIVER consiglia

Dredg - Catch Without ArmsDredg
Catch Without Arms
Lecrevisse - Le Piccole Foglie EPLecrevisse
Le Piccole Foglie EP
Tre Allegri Ragazzi Morti - Le OriginiTre Allegri Ragazzi Morti
Le Origini
Afterhours - Quello Che Non CAfterhours
Quello Che Non C'è
Carusella - CarusellaCarusella
Carusella
Saul Williams - The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardustSaul Williams
The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardust
Andrew WK - I Get WetAndrew WK
I Get Wet
Pearl Jam - Immagine In Cornice [DVD]Pearl Jam
Immagine In Cornice [DVD]
Queens Of The Stone Age - Songs For The DeafQueens Of The Stone Age
Songs For The Deaf
Giorgio Canali - Giorgio Canali & RossofuocoGiorgio Canali
Giorgio Canali & Rossofuoco