´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

De Doorn - Amenra (Relapse)

Ultime recensioni

Damon Locks Black Monument Ensemble - NowDamon Locks Black Monument Ensemble
Now
Angel Bat Dawid - Hush Harbor Mixtape Vol. 1 DoxologyAngel Bat Dawid
Hush Harbor Mixtape Vol. 1 Doxology
Andrew W.K. - God Is PartyingAndrew W.K.
God Is Partying
Hildur Gu­nadˇttir - Battlefield 2042 SoundtrackHildur Gu­nadˇttir
Battlefield 2042 Soundtrack
Chubby And The Gang - The MuttChubby And The Gang
The Mutt's Nuts
Amyl And The Sniffers - Comfort To MeAmyl And The Sniffers
Comfort To Me
Low - Hey WhatLow
Hey What
Hooded Menace - The Tritonus BellHooded Menace
The Tritonus Bell
Tropical Fuck Storm - Deep StatesTropical Fuck Storm
Deep States
Halsey - If I Canĺt Have Love, I Want PowerHalsey
If I Canĺt Have Love, I Want Power
Comet Control - Inside The SunComet Control
Inside The Sun
Dana Dentata - PantychristDana Dentata
Pantychrist
Turnstile - Glow OnTurnstile
Glow On
Jadsa - Olho de VidroJadsa
Olho de Vidro
Wolves In The Throne Room - Primordial ArcanaWolves In The Throne Room
Primordial Arcana
Part Chimp - DroolPart Chimp
Drool
Quicksand - Distant PopulationsQuicksand
Distant Populations
Old Nick - A New Generation Of Vampiric ConspiraciesOld Nick
A New Generation Of Vampiric Conspiracies
King Woman - Celestial BluesKing Woman
Celestial Blues
Lingua Ignota - Sinner Get ReadyLingua Ignota
Sinner Get Ready

Amenra - De Doorn
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2021
Produzione: Tim De Gieter
Genere: metal / post-metal / sludge
Scheda autore: Amenra


Ascolta De Doorn





Dopo il successo del 2017 con "Mass VI", gli Amenra si sono accasati su Relapse con cui pubblicano il quinto full lenght di una carriera ricca di uscite "minori", tra Ep, split e live vari. La formula sonora Ŕ ormai consolidata: doom, sludge, hardcore e un pizzico di black metal sono gli ingredienti con cui i belgi conducono l'ascoltatore verso la catarsi, verso gli aspetti pi¨ trascendenti dell'essere umano; gli Amenra sono i sacerdoti, ormai noti, di una cerimonia che trova nel palco il rispettivo altare.

L'album Ŕ per la prima volta cantato interamente in fiammingo, giusto per dare quel pizzico di osticitÓ e mistero in pi¨ e rispetto al precedente non troviamo melodie "facili", nŔ particolare dinamica dei brani che si presentano abbastanza statici, soprattutto nelle parti pi¨ violente. Se "Mass VI" sembrava un enorme ed inesorabile moto ondoso, "De Doorn" Ŕ pi¨ un gigantesco masso di granito.

Non aspettatevi innovazioni rispetto al suono della band, sempre curato alla perfezione; i brani passano attraverso intro dissonanti, minuti di raccoglimento e preghiera che aiutano ad entrare in un mood introspettivo, per culminare, infine, in dolorose esplosioni sonore.

Ospite del disco troviamo Caro Tanghe, giÓ voce degli Oathbreaker, uno dei gruppi del collettivo Church Of Ra.

Come le precedenti, anche "De Doorn" Ŕ un'opera non banale che richiederÓ il giusto tempo per entrare sotto la pelle dell'ascoltatore e troverÓ il suo culmine nella sua proposizione dal vivo.

[Francesco Traverso]

Canzoni significative: Ogentroost, Voor Immer.

Questa recensione Ú stata letta 101 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

A Storm Of Light - As The Valley Of DeathA Storm Of Light
As The Valley Of Death
Ocean, The - PrecambrianOcean, The
Precambrian
Jesu - JesuJesu
Jesu
Neurosis - The Eye Of Every StormNeurosis
The Eye Of Every Storm
AA.VV. - Stones From The Sky Neurosound Vol.1AA.VV.
Stones From The Sky Neurosound Vol.1
Rosetta - A Determinism Of MoralityRosetta
A Determinism Of Morality
Pelican - The March Into The Sea EPPelican
The March Into The Sea EP
Vanessa Van Basten - Psygnosis EPVanessa Van Basten
Psygnosis EP
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Neurosis - A Sun That Never SetsNeurosis
A Sun That Never Sets