Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Un Caso Isolato - Aquefrigide (Subsound)

Ultime recensioni

Bohren & Der Club Of Gore - Patchouli BlueBohren & Der Club Of Gore
Patchouli Blue
Kirk Windstein - Dream In MotionKirk Windstein
Dream In Motion
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Calibro 35 - MomentumCalibro 35
Momentum
Sons - Family DinnerSons
Family Dinner
Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Show Me The Body - Dog WhistleShow Me The Body
Dog Whistle
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper

Aquefrigide - Un Caso Isolato
Voto:
Etichetta: Subsound
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / alternative / rock



Curioso debutto per questo personaggio della scena romana, tale Bre Beskyt Dyrene, che col suo look decadente e trasgressivo rimanda inevitabilmente agli eccessi estetici del Reverendo Manson. Anche musicalmente parlando l'influenza del più famoso rocker si fa molto sentire; in realtà il sound di questo progetto è altrettanto debitore del Seattle sound di Nirvana e Alice in Chains. Considerando che Manson non offre al suo pubblico un disco interessante da diversi anni, e che dall'ascolto di questo 'caso isolato' emergono prepotentemente intenzioni sincere e sentite, viene spontaneo soprassedere sulle lacune di originalità di questo prodotto e abbandonarsi ad un ascolto scorrevole e in alcuni casi trascinante. Infatti i 15 brani di questo disco, mai eccessivamente lunghi, sono eseguiti, arrangiati e prodotti ottimamente, e tra potenti assalti e ballate drogate\ nichiliste si può trovare qualche piccola perla. Irresistibile il brano in apertura, 'Detesto', una cavalcata devastante che potrà spopolare tra le giovani leve. Interessante anche l'intermezzo di 'Vegetale', breve pezzo per voce e chitarra dai toni veramente remissivi e angosciati. Dyrene sbatte in faccia all' ascoltatore un male di vivere profondamente radicato, fatto di alienazione, delusioni affettive, morte e suicidio incombenti. Lo fa con tale urgenza e spregiudicatezza da coinvolgere anche il più cinico dei trentenni. Purtroppo permane una fastidiosa sensazione di 'già sentito', e la certezza che qualche piccola ingenuità poteva essere evitata (questo in grande contrasto con alcuni arrangiamenti molto 'adulti', supportati da un'ottima tecnica). Insomma stiamo parlando di un buon comunicatore con mezzi espressivi ancora troppo derivativi. Consigliatissimo comunque ai fan dei mostri sacri citati in apertura.

[Morgan]

Canzoni significative: Detesto, Vegetale, Paralisi anemica, Carne cruda


Questa recensione é stata letta 5191 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Virus - The Agent That Shapes The DesertVirus
The Agent That Shapes The Desert
Mastodon - RemissionMastodon
Remission
Melvins - Houdini Live 2005Melvins
Houdini Live 2005
Butterfly Effect - Begins HereButterfly Effect
Begins Here
Tool - LateralusTool
Lateralus
AA.VV. - The Tribute to Syd Barrett - Like Black Hole In ThAA.VV.
The Tribute to Syd Barrett - Like Black Hole In Th
Atomic Opera - For Madmen OnlyAtomic Opera
For Madmen Only
Melvins - HoudiniMelvins
Houdini
Fantomas - The DirectorFantomas
The Director's Cut
Mastodon - LeviathanMastodon
Leviathan