´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Arabrot - Solar Anus (Fysik Format)

Ultime recensioni

Geese - ProjectorGeese
Projector
Sunn O))) - Metta, BenevolenceSunn O)))
Metta, Benevolence
Dead Heat - World At WarDead Heat
World At War
Irreversible Entanglements - Open The GatesIrreversible Entanglements
Open The Gates
Full Of Hell - Garden Of Burning ApparitionsFull Of Hell
Garden Of Burning Apparitions
Khemmis - DeceiverKhemmis
Deceiver
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Idles - CrawlerIdles
Crawler
Converge - Bloodmoon IConverge
Bloodmoon I
Melvins - Five Legged DogMelvins
Five Legged Dog
Bummer - Dead HorseBummer
Dead Horse
Marissa Nadler - The Path Of The CloudsMarissa Nadler
The Path Of The Clouds
Vanishing Twin - Ookii GekkouVanishing Twin
Ookii Gekkou
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Chevelle - NiratiasChevelle
Niratias
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
The Bug - FireThe Bug
Fire
Nala Sinephro - Space 1.8Nala Sinephro
Space 1.8
Monolord - Your Time To ShineMonolord
Your Time To Shine
Mastodon - Hushed And GrimMastodon
Hushed And Grim

Arabrot - Solar Anus
Autore: Arabrot
Titolo: Solar Anus
Anno: 2011
Produzione: Steve Albini
Genere: rock / noise / alternative

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Era da un po' di tempo che si sentiva la mancanza di quel noise rock che ha fatto capolino nei gloriosi e indissolubili anni Novanta dove Unsane, (primi) Helmet, Cows, Surgery, avevano saputo regalarci pagine indimenticabili.

Ci ha pensato un gruppo norvegese a riportare in auge quel periodo. Attenzione, non si commetta pero' l'errore di credere ad una semplice e mera riproposizione di quei suoni perche' il duo (ebbene si!) affila le armi e sa spingersi ben oltre.

Innanzitutto vengono alla mente le follie dei Melvins, quelli primordiali, quando il metal sincopato della band di King Buzzo si affacciava con decisione pronta a sconvolgere i piani di un sound che stava diventando troppo ripetitivo.

Ma non e' tutto. I nostri gettano nel calderone pure scorie post core, furia sludge e perfino insospettate cupezze "black".

E cosi' tra una devianza e l'altra escono brani come la potentissima "The Wheel Is Turning Full Circle", l'ossianica "Valkyrie", le volgari "Madonna Was A Whore" e "And The Ass Had Spoken" che rendono l'idea di repulsione totale che si respira in questo lavoro.

Eppure tutto sembra funzionare perche' a volte il disgusto e' cio' di cui abbiamo bisogno.

Produce Steve Albini. E il cerchio si chiude.

[Cristiano Roversi]

Canzoni significative: Madonna was a whore, Valkyrie, The Wheel is turning full circle.


Questa recensione Ú stata letta 1648 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Arabrot - Norwegian GothicArabrot
Norwegian Gothic

tAXI dRIVER consiglia

Dead Elephant - Sing The Separation EPDead Elephant
Sing The Separation EP
High Confessions, The - Turning Lead Into Gold With The High ConfessionsHigh Confessions, The
Turning Lead Into Gold With The High Confessions
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Theramin - We Were GladiatorsTheramin
We Were Gladiators
Metz - Atlas VendingMetz
Atlas Vending
Orthrelm - OVOrthrelm
OV
Il Teatro Degli Orrori - / Zu - SplitIl Teatro Degli Orrori
/ Zu - Split
Tropical Fuck Storm - BraindropsTropical Fuck Storm
Braindrops
Gebbia, Ligeti, Pupillo - The Williamsburg SonatasGebbia, Ligeti, Pupillo
The Williamsburg Sonatas
Lillayell - LillayellLillayell
Lillayell