Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Whatever People Say I Am That's What I'm Not - Arctic Monkeys (Domino)

Ultime recensioni

Deftones - OhmsDeftones
Ohms
Tallah - MatriphagyTallah
Matriphagy
Exhalants - AtonementsExhalants
Atonements
Lump Hammer - BeastLump Hammer
Beast
Obsidian Kingdom - Meat MachineObsidian Kingdom
Meat Machine
Gargoyl - GargoylGargoyl
Gargoyl
Anna Von Hausswolff - All Thoughts FlyAnna Von Hausswolff
All Thoughts Fly
Blues Pills - Holy Moly!Blues Pills
Holy Moly!
Sprain - As Lost Through CollisionSprain
As Lost Through Collision
Thurston Moore - By The FireThurston Moore
By The Fire
Idles - Ultra MonoIdles
Ultra Mono
Sarah Davachi - Cantus, DescantSarah Davachi
Cantus, Descant
AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand

Arctic Monkeys - Whatever People Say I Am That's What I'm Not
Voto:
Etichetta: Domino
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / brit /



Era dal 1994 che gli OASIS detenevano il record con Definitely Maybe , per l'album di debutto che vendette più velocemente nella storia della musica inglese, record battuto oggi da questa produzione. D’obbligo quindi la recensione di questo iperpubblicizzato capolavoro. Beh, credo che la somma THE VINES (“The View From The Afternoon”) + LIBERTINES + STROKES(“Riot Van”) calzi alla perfezione per questi giovani ragazzi. .

Quindi l’album non può peccare sicuramente d’originalità. Se è vera la dichiarazione di Alex Turner che, quando nell'estate del 2001 ebbe la sua chitarra acustica, era capace di eseguire solo un paio di accordi, passi in avanti ne ha fatti davvero parecchi!

Accidenti però a chi li osanna tanto; non riesco a capire il motivo e perciò vi porgo le mie scuse.

Trovare canzoni che ti rimangono impresse è molto dura, probabilmente tra le più riuscite c’è “I Bet You Look Good On The Dancefloor”, effervescente, incalzante simile come giro a “Train kept a rollin” degli Yardbirds.

“Murdy Bum”, nonostante il fantasma di Pete Doherty, è davvero interessante così

come il singolo “When The Sun Goes down”, traccia che parte lenta per poi crescere.

Per il resto tanto buon garage-rock anche se nulla sopra le righe.

Le scimmie artiche quindi non mi sconvolgono e neanche se avessi l’esercito delle dodici davanti a me darei 5 stelle, tre ce n'é d’avanzo.

[Steliam]

Canzoni Significative: When The Sun Goes down, I Bet You Look Good On The Dancefloor.

Questa recensione é stata letta 4062 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

09/12/2005CopenhagenKB Hallen

tAXI dRIVER consiglia

Libertines, The - Up The BracketLibertines, The
Up The Bracket
Babyshambles - Down In AlbionBabyshambles
Down In Albion