Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Whatever People Say I Am That's What I'm Not - Arctic Monkeys (Domino)

Ultime recensioni

Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion

Arctic Monkeys - Whatever People Say I Am That's What I'm Not
Voto:
Etichetta: Domino
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / brit /



Era dal 1994 che gli OASIS detenevano il record con Definitely Maybe , per l'album di debutto che vendette più velocemente nella storia della musica inglese, record battuto oggi da questa produzione. D’obbligo quindi la recensione di questo iperpubblicizzato capolavoro. Beh, credo che la somma THE VINES (“The View From The Afternoon”) + LIBERTINES + STROKES(“Riot Van”) calzi alla perfezione per questi giovani ragazzi. .

Quindi l’album non può peccare sicuramente d’originalità. Se è vera la dichiarazione di Alex Turner che, quando nell'estate del 2001 ebbe la sua chitarra acustica, era capace di eseguire solo un paio di accordi, passi in avanti ne ha fatti davvero parecchi!

Accidenti però a chi li osanna tanto; non riesco a capire il motivo e perciò vi porgo le mie scuse.

Trovare canzoni che ti rimangono impresse è molto dura, probabilmente tra le più riuscite c’è “I Bet You Look Good On The Dancefloor”, effervescente, incalzante simile come giro a “Train kept a rollin” degli Yardbirds.

“Murdy Bum”, nonostante il fantasma di Pete Doherty, è davvero interessante così

come il singolo “When The Sun Goes down”, traccia che parte lenta per poi crescere.

Per il resto tanto buon garage-rock anche se nulla sopra le righe.

Le scimmie artiche quindi non mi sconvolgono e neanche se avessi l’esercito delle dodici davanti a me darei 5 stelle, tre ce n'é d’avanzo.

[Steliam]

Canzoni Significative: When The Sun Goes down, I Bet You Look Good On The Dancefloor.

Questa recensione é stata letta 4076 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

09/12/2005CopenhagenKB Hallen

tAXI dRIVER consiglia

Babyshambles - Down In AlbionBabyshambles
Down In Albion
Libertines, The - Up The BracketLibertines, The
Up The Bracket