Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Ash - Free All Angels (Infectious)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Ash - Free All Angels
Autore: Ash
Titolo: Free All Angels
Anno: 2001
Produzione:
Genere: rock / alternative /

Voto:



Terzo disco (o forse quarto??) per l'ex trio inglese degli Ash. Dopo l'esplosione di 1977 (che ricordiamo ancora una volta è l'anno di nascita del leader) e la delusione (sia in termini di vendite che di qualità) di Nu-clear Sound gli Ash ci propongono un disco che suona onesto. Probabilmente non sono più manovrati dalla casa discografica e non sono neanche sottoposti ad inutili pressioni. E, casualmente, il risultato è di buon livello. Non aspettatevi chissà che disco ma tutti coloro che impazziscono per il singolo Burn Baby Burn non potranno che trovare piacevole questo album che mescola Nirvana, Smashing Pumpkins e Oasis. Senza raggiungere nessuno dei tre in termini di qualità. Il trucco per risultare piacevoli e orecchiabili è presto svelato: sotto qualche chitarra urlante e piena di feedback i nostri cantano lo stesso ritornello per un sacco di volte all'interno della stessa canzone. Arrivando alcune volte a chiederci se per caso esistono delle semplici strofe. Alcune volte invece ci colpiscono con delle ballate che potranno entusiasmare qualche ragazzino non preparato e suggestionabile. Ma alla fine il disco non è da buttare. Almeno non prima di averlo ascoltato un paio di volte (e, di conseguenza, aver imparato tutti i ritornelli a memoria!). Io, ovviamente, dopo averlo recensito non lo ascolterò più ma ammetto, senza timore di smentite, che questo disco è molto più bello di quello pluri osannato dei My Vitriol (anche se alla fine gli do lo stesso voto perchè la pasta è la stessa).

[Dale P.]

Canzoni significative: Burn Baby Burn, Walkin Barefoot, Cherry Bomb

Questa recensione é stata letta 2857 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

26/07/2019AlessandriaCascina Bellaria

NEWS


02/08/2005 Charlotte Hatherley Registra In Italia

tAXI dRIVER consiglia

Chelsea Wolfe - Birth Of ViolenceChelsea Wolfe
Birth Of Violence
Tre Allegri Ragazzi Morti - Le OriginiTre Allegri Ragazzi Morti
Le Origini
White Stripes - Get Behind Me SatanWhite Stripes
Get Behind Me Satan
The Ringo Jets - The Ringo JetsThe Ringo Jets
The Ringo Jets
TV On The Radio - Return To Cookie MountainTV On The Radio
Return To Cookie Mountain
Fiub - Brown StripesFiub
Brown Stripes
Motorpsycho - Demon BoxMotorpsycho
Demon Box
Grinderman - GrindermanGrinderman
Grinderman
Strokes, The - Room On FireStrokes, The
Room On Fire
Danko Jones - We Sweat BloodDanko Jones
We Sweat Blood