Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Relationship Of Command - At The Drive-In (Grand Royal)

Ultime recensioni

Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Show Me The Body - Dog WhistleShow Me The Body
Dog Whistle
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code
Poppy - I DisagreePoppy
I Disagree
Body Hound - No MoonBody Hound
No Moon
Girl Band - The TalkiesGirl Band
The Talkies
Baby Shakes - Cause A SceneBaby Shakes
Cause A Scene

At The Drive-In - Relationship Of Command
Voto:
Anno: 2000
Produzione:
Genere: punk / post-hardcore / emo
Scheda autore: At The Drive-In



Questo disco mi mette parecchio in crisi. La bellezza, certo, è indubbia, però c'è qualcosa che non va. Sarà il cantato troppo uguale a quello del mitico Ian McKaye, troppo pomposo o troppo "emo". Sarà che ogni canzone si sviluppa allo stesso modo, regalandoci poche sorprese. Però di energia in questo disco ce n'è tanta. Eccome. Già dalla prima canzone, "Arc Arsenal", si entra nell'atmosfera del disco. Sembra di sentire i Fugazi più hardcore. Ma tutta questa energia sembra che si rivolti contro l'insieme e alla fine l'ascoltatore esce stremato dall'ascolto e preferisce andare a sentirsi la colonna sonora di Instrument dei Fugazi. Non ci sono tempi morti. Ma il difetto principale è proprio che tutto è della stessa intensità. Sai già come suonerà la prima e l'ultima canzone. Però continuo ad ascoltarlo. E mi piace. Certamente non è originale (si rifà ad una tradizione musicale che negli anni 90 ha avuto un sacco di adepti) ma l'energia che sprigiona questo disco è indescrivibile. Dal vivo devono essere sicuramente una bomba. E sono capaci di scuotere persone che l'hardcore lo mangiano a colazione e a sconvolgere e distruggere tutti i finti punk del mondo. Per capire l'energia del disco pensate ad un mix tra i Fugazi e i Rage Against The Machine e ricordatevi che produce Ross Robinson. Devo aggiungere altro?

[Dale P.]

Canzoni significative: One Armed Scissors, Sleepwalk Capsules

Questa recensione é stata letta 5283 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

At The Drive-In - In Casino OutAt The Drive-In
In Casino Out
At The Drive-In - This Station Is Non OperationalAt The Drive-In
This Station Is Non Operational

NEWS


10/01/2012 Reunion
19/03/2005 Rarità in Arrivo

tAXI dRIVER consiglia

Engineer - Crooked VoicesEngineer
Crooked Voices
Laghetto - Sonate In Bu Minore Per 400 Scimmiette UrlantiLaghetto
Sonate In Bu Minore Per 400 Scimmiette Urlanti
SeeYouSpaceCowboy - The Correlation Between Entrance And Exit WoundsSeeYouSpaceCowboy
The Correlation Between Entrance And Exit Wounds
Dillinger Escape Plan - Ire WorksDillinger Escape Plan
Ire Works
Cave In - Perfect Pitch BlackCave In
Perfect Pitch Black
Blood Brothers - Burn Piano Island BurnBlood Brothers
Burn Piano Island Burn
Will Haven - Will HavenWill Haven
Will Haven
Inferno - InfernoInferno
Inferno
Converge - You Fail MeConverge
You Fail Me
Million Dead - A Song To RuinMillion Dead
A Song To Ruin