´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Baroness - Blue Record (Relapse)

Ultime recensioni

The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem

Baroness - Blue Record
Autore: Baroness
Titolo: Blue Record
Etichetta: Relapse
Anno: 2009
Produzione: John Congleton
Genere: metal / sludge / alternative

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Compra Baroness su Taxi Driver Store


Red Album e' stato capace di scuotere le teste degli headbangers piu' incalliti e incantare per le intuizioni artistiche, ma soprattutto capace di riavvicinare al metal ascoltatori che da anni avevano rinchiuso il chiodo dentro l'armadio. Pur non generando numeri da major i Baroness sono attualmente la band piu' redditizia del catalogo Relapse, e tutti gli occhi sono puntati su di loro: la facile scommessa della next big thing americana e' praticamente vinta in partenza.

Dal canto loro, Baizley e soci, si limitano a lavorare duro e creare qualcosa di piu' di un semplice interesse intorno alla band: una nuova scena metal fondata su richiami NWOBHM, seventies e progressive, strizzate d'occhio a culti underground come sludge e dronemetal (ma senza abbracciarli completamente), e una elevata cura dell'immagine, sia "fisica" (barbe, capelli lunghi) che del prodotto (a cura del chitarrista Baizley). Un immagine clonata e ricercata da altre band vicine a loro: Torche, Black Tusk, Kylesa, Pig Destroyer alcuni di coloro che hanno sfruttato i servigi di Baizley per attrarre i nuovi metal-kids.

Blue Record e' il secondo difficile album. Cosi' difficile che la band ha preferito giocare relativamente facile: titolo e artwork lasciano presagire che il disco e' semplicemente una prosecuzione del precedente. Con nuove sfumature, nuove intuizioni, nuovi suoni ma con il marchio ben visibile. E quello che suonerebbe probabilmente come un difetto per la maggior parte delle band testimonia la forza di un carattere gia' riconoscibilissimo fin dal primo ascolto. Cio' testimonia una band particolare e molto sicura di se', in grado di dire realmente qualcosa di nuovo in un genere che andava salvato dalle nefandezze metalcore, dai ciuffi emo, dalle magliette stirate, ma soprattutto da un carattere intollerabile.

Perche' se anche qua si parla di immagine, dietro c'e' una sostanza intensa, un urgenza artistica e un bagaglio culturale notevole piu' che sterili studi di marketing. C'e' la volonta' di comunicare e farsi portabandiera di un percorso, di non vendere un disco vuoto ma, anzi, di curarlo nei particolari piu' impensati.

Ci piace pensare che i Baroness (cosi' come i loro cugini Mastodon) abbiano costruito un ponte che collega l'alternative metal anni 90 ad oggi, saltando le aberrazioni numetal e metalcore. Per molti suonera' retro'. Per altri suonera' semplicemente male. Ma chi vuole ascoltare si trovera' un disco capolavoro. E uno dei dischi piu' importanti degli ultimi anni.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione Ú stata letta 2680 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Baroness - Gold & GreyBaroness
Gold & Grey
Baroness - Red AlbumBaroness
Red Album
Baroness - StoneBaroness
Stone
Baroness - Yellow & GreenBaroness
Yellow & Green

NEWS


21/06/2023 "Stone" A Settembre
24/09/2014 Al Lavoro Sul Nuovo Disco
18/12/2012 Performace Acustica di Stretchmaker
16/08/2012 Grave Incindente Col Tourbus
25/07/2012 Video Di Take My Bones Away
09/07/2012 Streaming Del Nuovo Album
12/06/2012 March To The Sea In Streaming
14/05/2012 Nuovo Brano Online
03/05/2012 Teaser Del Nuovo Album
26/04/2012 In Arrivo Doppio Album
14/06/2011 John Baizley Lancia L'Art Blog
27/05/2011 In Studio
31/10/2010 Ristampa dei Primi EP
31/08/2010 Coverizzano i Descendents
28/08/2009 Secondo Brano Online
07/08/2009 Nuovo Brano Online
30/07/2009 Titolo Dell'Album e Artwork
24/07/2009 Dettagli sul Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Torche - AdmissionTorche
Admission
Baroness - Red AlbumBaroness
Red Album
Kylesa - To Walk A Middle CourseKylesa
To Walk A Middle Course
Iron Monkey - Iron Monkey Our Problem BoxIron Monkey
Iron Monkey Our Problem Box
Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Black Cobra - ChronomegaBlack Cobra
Chronomega
Kulk - We Spare NothingKulk
We Spare Nothing
Treedeon - New World HoarderTreedeon
New World Hoarder