Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

The Information - Beck (Geffen)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Beck - The Information
Voto:
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / pop / alternative
Scheda autore: Beck



Per chi da anni si coccola ogni produzione come il sottoscritto, non può far altro che rimanere in parte deluso dall'ascolto di "The Information".

Ricco di fantasia, il signor Hansen sembra averla concentrata tutta sul packanging modellabile a piacimento con stickers, o con i video per ogni singolo brano(abile mossa antipirateria).

Probabilmente “The Information” è il titolo più azzeccato che ci possa essere se l’artista voleva far avvicinare nuovi fans. Questo perché ciò che ritroviamo qui rappresenta, in modo completo o quasi, tutto il suo percorso musicale, da quando con “Mellow Gold” partì per sconvolgere la scena musicale mondiale.

“The Information” rappresenta il suo biglietto da visita, e se precedentemente ad esso, ogni produzione aveva una propria identità, una propria fase, una sua evoluzione, qui tutto sembra perdersi in una sorta di raccolta che lascia un po’ di amaro in bocca.

Sintetizzando: brani come “Elevator Music” li possiamo trovare in “Guero”, altri come ”Cellphone’s Dead” o “No complaints” in “Mellow Gold” o ancora, “Soldier Jane”o “New Round” in “Sea Change” mentre outtakes di “Odelay” potrebbero essere “Motorcade” e “Movie Theme”.

Il solito minestrone di funk, elettro-psych-pop, rock, soul, hip hop, country, folk è garantito e quel poco che si allontana da questo contesto si rivela grandioso come “Stranger Apparition” di vena blues e con un tocco di “Stones” che non guasta.

Forse troppo poco per un artista “totale” capace di rompere gli schemi, di divertirsi e far divertire coi suoni,video atteggiamenti e di grande scena pure a livello live.

[Steliam]

Canzoni significative: Stranger Apparition.


Questa recensione é stata letta 2172 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Beck - Sea ChangeBeck
Sea Change

Live Reports

23/06/2005GenovaAnteprima Goa Boa

tAXI dRIVER consiglia

Devendra Banhart - Rejoicing In The HandsDevendra Banhart
Rejoicing In The Hands
Elliott Smith - Figure 8Elliott Smith
Figure 8
Pecksniff - Elementary WatsonPecksniff
Elementary Watson
Tbh - Emanuele Dopo EPTbh
Emanuele Dopo EP
Beck - Sea ChangeBeck
Sea Change
Scarapocchio - Attenti, Sono Felice!Scarapocchio
Attenti, Sono Felice!
Pecksniff - The Book Of Stanley CreepPecksniff
The Book Of Stanley Creep
Wilco - Yankee Hotel FoxtrotWilco
Yankee Hotel Foxtrot
Enon - High SocietyEnon
High Society
En Roco - Ad Occhi ChiusiEn Roco
Ad Occhi Chiusi