Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Have A Little Faith - Bellrays, The (Cheap Lullaby)

Ultime recensioni

AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death

Bellrays, The - Have A Little Faith
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2006
Produzione:
Genere: punk / rock / soul
Scheda autore: Bellrays, The



"Have A Little Faith", quarto album dei Bellrays, parte in sordina: "Tell The Lie" è un soul-gospel d'altri tempi. Ma è solo un modo per scaldare pian pianino il proprio pubblico, con l'esperienza di decenni di rock & blues. In realtà loro si definiscono "maximum rock'n'soul". Una sorta di Ike e Tina Turner mescolati con Stooges, Led Zeppelin, Black Sabbath e Black Flag.

Ovviamente con gli anni (l'esordio è del 1998) la band ha acquisito personalità ed esperienza. Come certi vini che con gli anni migliorano, la band passo dopo passo affina uno stile unico e mai prevedibile. La voce di Lisa Kekaula andrebbe lanciata nello stardom mondiale se al mondo ci fosse giustizia (e invece troviamo Beyoncè).

Ci limitiamo a non fare critica a questa band che con dedizione e passione non ha mai sbagliato un passo, continuando a vivere come se fossimo negli anni 70. Con tutto il cuore spero che la band non abbandoni mai le scene perchè tanta onestà e bravura ci dona la consapevolezza che il rock non potrà mai morire.

Chissà che prima o poi non azzecchino la canzone giusta e conquistino il mondo...eppure qua dentro di canzoni per "cambiare il mondo" ce ne sono ben tredici!

[Dale P.]

Canzoni significative: Detroit Breakdown, Change The World


Questa recensione é stata letta 3123 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Bellrays, The - Meet The BellraysBellrays, The
Meet The Bellrays

tAXI dRIVER consiglia

Stooges, The - FunhouseStooges, The
Funhouse
Donnas - Turn 21Donnas
Turn 21
Montecristo - MontecristoMontecristo
Montecristo
Distillers, The - The DistillersDistillers, The
The Distillers
Stooges, The - The StoogesStooges, The
The Stooges
Clash - London CallingClash
London Calling
Distillers, The - Coral FangDistillers, The
Coral Fang
Stooges, The - Raw PowerStooges, The
Raw Power
Otoboke Beaver - Itekoma HitsOtoboke Beaver
Itekoma Hits
Ramones - RamonesRamones
Ramones